Portale di economia civile e Terzo Settore

Nel mondo in 25 anni è scomparso il 10% dei territori incontaminati

9

Il 10% dei territori incontaminati della nostra Terra negli ultimi venticinque anni si è consumato. Si tratta di una superficie di 3,3 milioni di chilometri quadrati, equivalente a due volte l’Alaska. A rilevarlo una recente ricerca pubblicata dalla rivista scientifica Current Biology dell’Università del Queensland.

Secondo le stime degli scienziati, che hanno potuto raffrontare i dati del 1993 con quelli odierni, sono rimasti 30,3 milioni di chilometri quadrati di aree incontaminate, vale a dire il 23% della superficie globale.

Andando nello specifico, le aree più colpite dalla scomparsa della natura incontaminata risultano essere l’Amazzonia, che ha quasi un terzo della perdita, e l’Africa centrale, che ne ha il 14%.

Lo studio mette in luce che la scomparsa di zone ancora inviolate dall’uomo ha effetti devastanti non solo per le specie di animali a rischio, ma anche per la lotta ai cambiamenti climatici dal momento che le foreste inglobano un’ingente quantità di anidride carbonica.

«Senza politiche per proteggerle», come sottolineano i ricercatori, «queste aree stanno cadendo vittime dello sviluppo. Probabilmente abbiamo solo due o tre decenni per invertire tale trend».

A Pescara i malati di Alzheimer diventano attori di teatro
Amatrice: la vita riparte dai banchi di scuola

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...