bonus cultura

Pubblicato il 25 agosto 2016

Bonus cultura, chi può usufruirne e come richiederlo

Si avvicina la data del 15 settembre, quando sarà possibile – in seguito alla misura prevista dal governo nell’ultima legge di Stabilità – accedere al “bonus cultura” grazie al quale i 18enni avranno a loro disposizione 500 euro che potranno essere utilizzati per l’acquisto di libri, concerti, biglietti per il cinema, mostre ed eventi. Lo scopo è quello di promuovere l’accrescimento culturale dei giovani e ampliarne le conoscenze, permettendo in tal modo anche a chi versa in condizioni economiche precarie di poter usufruire di una sorta di “salvadanaio” elettronico.

Chiaramente, per l’erogazione del bonus cultura è necessario conoscere e seguire precise regole e attenersi ai criteri stabiliti.

In primo luogo è essenziale chiarire che potranno usufruire di questa nuova misura i ragazzi e le ragazze nati nel 1998 e che quindi nel corso del 2016 abbiano compiuto – o compiranno – la maggiore età. Se in un primo momento il voucher era destinato solo ai giovani italiani, successivamente è stato esteso anche agli stranieri residenti in Italia, in possesso di regolare permesso di soggiorno. Stando a calcoli approssimativi, potranno usufruire del bonus quasi 575.000 ragazzi che tra il 1° gennaio al 31 dicembre avranno compiuto i 18 anni.

Ma quali sono i passaggi burocratici da compiere? L’erogazione del bonus sarà gestita attraverso un’applicazione chiamata “18app”, per cui bisognerà fare richiesta online sul portale www.18app.it oppure su www.diciottapp.it che verranno presto attivati. Successivamente, sarà necessario compilare i campi richiesti (simili, per intenderci, a quelli previsti per gli acquisti online) ed effettuare la registrazione a uno dei vari identity provider che consentiranno di entrare in possesso dello Spid (Sistema pubblico per l’identità digitale) e quindi: Poste, Aruba, Tim, Infocert, Sielte.

Espletato questo passaggio, verranno inviate le credenziali necessarie per accedere ai vari servizi online della Pubblica Amministrazione, quindi occorrerà scaricare l’applicazione apposita di cui sopra. Poi si entrerà nel sistema utilizzando lo Spid precedentemente attivato, si indicheranno i dati personali – come ad esempio la residenza, il recapito telefonico ed email – e verrà automaticamente generato un plafond da 500 euro che sarà attivo dal giorno del compleanno fino alla fine del 2017.

Da questo momento sarà possibile spendere il proprio bonus, scegliendo tra libri (non necessariamente scolastici), musei, teatri etc. Sulla piattaforma digitale si potrà consultare l’elenco di esercenti, cinema, musei, negozi nei quali l’avente diritto potrà usare i propri soldi. Per ogni acquisto effettuato, verrà creato un voucher che permetterà di comprare sia in formato digitale (per esempio un ebook) sia in modo tradizionale raggiungendo il punto vendita prescelto, ricordandosi però di salvare il voucher su smartphone o tablet oppure stamparlo per poterlo esibire, altrimenti visualizzarlo con un “qr code” o come un “bar code” da mostrare all’esercente.

Position Paper “L’equity crowdfunding: analisi sintetica della normativa e aspetti operativi”
Dobbiaco: tutto pronto per i "Colloqui" sulla sostenibilità

Tags: , , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...