progetto spark per l'africa

Pubblicato il 11 agosto 2016

In Africa arriva Spark, il kit per montare il frigorifero fotovoltaico

In Africa la prima causa di morte risulta ancora essere la carenza di accessibilità a beni primari come acqua potabile, alimenti non contaminati, medicinali conservati correttamente. Per fronteggiare tale allarmante situazione nel villaggio di Bangang, in Camerun, è stato inaugurato un frigorifero alimentato completamente da energia solare fotovoltaica e costruito con bambù, ottimo isolante termico e resistente al maltempo. Ciò grazie al progetto Spark, ideato dai docenti del Politecnico di Milano Luigi Piegari, Maddalena Buffoli, Claudio Del Pero, Maria Pilar Vettori e supportato dalla Ong ACREST (African Centre for Renewable Energies and Sustainable Technologies) con sede in Camerun.

Il progetto è stato finanziato dal programma ‘Polisocial Award’, competizione realizzata con i fondi del 5 per mille Irpef raccolti dal Politecnico di Milano che favorisce lo sviluppo della ricerca scientifica ad alto impatto sociale.

Spark, acronimo di Solar Photovoltaic Adaptable Refrigeration Kit, in realtà è un kit modulare che permette da parte delle popolazioni della fascia tropicale dell’Africa l’autocostruzione di frigoriferi ad utilizzo alimentare impiegando esclusivamente risorse locali. All’interno del kit sono contenute anche le linee guida per la creazione e la manutenzione del sistema e questo permette di ampliare le conoscenze tecniche del personale locale coinvolto nelle fasi di assemblaggio e gestione. Le linee guida inoltre sono open-source permettendo, dopo aver acquistato gli elementi chiave e appreso le conoscenze necessarie, di assemblare l’oggetto ovunque.

Il refrigeratore ha una struttura modulare base di volume netto pari a 250 litri, che consente una grossa flessibilità dimensionale, permettendo anche la costruzione di una versione comunitaria con capacità di 1000 litri.

Infine, esso è economicamente competitivo in quanto è realizzato combinando componenti tecnologici innovativi, come compressore in corrente continua, modulo fotovoltaico, con materiali che si possono trovare sul posto. Ciò consente di mantenere i costi di costruzione e spedizione molto bassi.

A Milano migranti volontari in aiuto degli anziani soli
La nuova vita dei fari italiani, il bel progetto di recupero e valorizzazione

Tags: , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...