Portale di economia civile e Terzo Settore

We Are All One: il murales di Eduardo Kobra per le Olimpiadi di Rio 2016

11

Un gigantesco murales di 3 mila metri quadrati e 190 metri di lunghezza dedicato ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro abbellisce l’Olympic Boulevard. A dipingerlo è stato il noto street artist brasiliano, Eduardo Kobra.

La sua pittura si contraddistingue per il tratto cromatico e per le dimensioni a volte esagerate. I suoi dipinti racchiudono quasi sempre un forte messaggio sociale come la lotta contro l’inquinamento, il riscaldamento globale, la deforestazione e la guerra, ma anche il restyling di alcune celebrità e figure politiche come John Lennon, Bob Dylan, Tupac Shakur, Dalai Lama.

Quest’opera si chiama “We Are All One” e riproduce i volti di cinque indigeni che raffigurano i cinque continenti del mondo: dai Karen della Thailandia per l’Asia agli Huli della Papua Nuova Guinea per l’Oceania, dai Tapajos dell’Amazzonia per celebrare il continente americano ai Chukchi siberiani per l’Europa, fino ai Mursi dell’Etiopia in rappresentanza dell’Africa, sulle tonalità del blu, giallo, nero, verde e rosso, i colori dei cerchi olimpici.

Il magnifico murales vuole trasferire un messaggio di pace e fratellanza a sostegno delle comunità indigene che oltrepassa i confini del mondo.

 

Sul muro di Betlemme uno stencil del Papa lancia un messaggio di pace
In aiuto del mare sbarca sull'isola di Mozia l'installazione Help

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...