Portale di economia civile e Terzo Settore

Torino: aria più pulita grazie a “Pure Air Zone”

4

Per fronteggiare il problema dell’inquinamento dell’aria a Torino è partito il progetto Pure Air Zone realizzato dall’azienda europea U-earth e la cui sperimentazione è stata avviata dal Torino Living Lab.

L’azienda agirà all’interno della città in due maniere: con le centraline AIRcel e con i centri di monitoraggio U-monitor. Le prime centraline AIRcel verranno installate presso il “Giardino Dispersi sul fronte Russo” di corso Svizzera, all’angolo con via Medici, a fine luglio. Esse depureranno l’aria della città attraverso un effetto di carica molecolare che attirerà inquinanti di vario tipo eliminandoli e lasciando delle scorie non nocive per l’ambiente. Ciò grazie ad U-Ox, una formula di U-earth, composta da diversi microrganismi ed enzimi non tossici, che va ricaricata su AIRcel ogni 30 giorni. La centralina funziona anche grazie ad un certo quantitativo di acqua che necessita di rifornimento ogni 5-6 giorni.

Per quanto concerne invece i centri monitoraggio U-monitor, essi permetteranno di monitorare la qualità dell’aria. Alcuni sensori sono già stati installati il 15 giugno sempre presso il “Giardino Dispersi sul fronte Russo” e dal 21 giugno sono attivi nel monitoraggio della qualità dell’aria in questa area della città.

A settembre poi verranno installate atre AIRcel nel parco giochi vicino ai giardinetti di corso Svizzera, in una scuola del quartiere e in un ospedale.

Migliaia di minori stranieri non accompagnati sono a rischio tratta
Talenti on stage: per regalare un sogno ai giovani artisti

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...