Pubblicato il 28 luglio 2016

Mibact: le Case Cantoniere e il turismo sostenibile

Scadenza: 31/10/2016.

In data 16 dicembre 2015,  il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo nella persona di Dario Franceschini, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il Presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani e il Direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, hanno siglato un Protocollo per la riqualificazione e il riuso di beni pubblici, a partire dalle Case Cantoniere dell’Anas.

Le Case Cantoniere distribuite lungo tutto il territorio nazionale contraddistinte dall’inconfondibile colore rosso pompeiano e dal numero del chilometro – ha dichiarato il ministro Franceschini  – costituiscono non solo una nostra memoria storica, ma un brand formidabile per promuovere in tutto il mondo quel turismo sostenibile necessario allo sviluppo sociale, economico e culturale dei tanti territori ricchi di arte, tradizioni enogastronomiche e bellezze paesaggistiche che rendono l’Italia un Paese unico al mondo. Grazie alla voglia di fare di chi saprà cogliere questa opportunità, luoghi oggi abbandonati potranno diventare punti di riferimento per tutti quei viaggiatori che vogliono scoprire l’Italia, anche in maniera semplice ed economica”.

Parte ora il bando di gara (pubblicato sulla G.U. – Serie Speciale – n. 81 del 15/07/2016) per l’avvio del progetto pilota volto al recupero di 30 Case cantoniere sulla rete stradale Anas delle regioni dell’Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto. Queste case oggetto della prima fase dell’iniziativa, sono state selezionate anche in virtù della loro collocazione geografica, e sono le stesse che il tavolo tecnico ha ritenuto in grado di assicurare servizi in linea con i piani di valorizzazione turistico-culturale del territorio di riferimento. Le attività imprenditoriali da avviare, dovranno garantire specifici servizi di base:

  • pernottamento,
  • bar e ristoro,
  • free Wi-Fi,
  • postazioni di ricarica per i veicoli elettrici,
  • infopoint di informazione turistica.

 A causa dei numerosi aspetti tecnici del bando, consigliamo la lettura del testo integrale del Disciplinare di Gara (Formato sconosciutoDGACQ51-16_Disciplinare di Gara FIRMATO).

SCHEDA
TIPO DI APPALTO E DESCRIZIONE

Concessione della gestione e valorizzazione di 30 Case Cantoniere:
gara suddivisa in 30 lotti, distribuiti su 9 aree territoriali omogenee, per la concessione della gestione e valorizzazione delle case cantoniere, come da Convenzione datata 16 dicembre 2015.

 PARTECIPANTI
E
CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE
Imprese individuali, società commerciali, società cooperative, associazioni, fondazioni, consorzi ordinari di concorrenti di cui all’art. 2602 c.c. costituiti o costituendi, consorzi stabili costituiti anche in forma di società consortili ai sensi dell’art. 2615-ter c.c., consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro costituiti a norma della legge 25 giugno 1909 n. 422 e del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947 n. 1577. È ammessa la partecipazione in forma singola o in raggruppamento (art.45 del D.Lgs. 50/2016). Le condizioni di partecipazione sono le seguenti:

  1. Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale;
  2. Capacità economica e finanziaria;
  3. Capacità professionale e tecnica (almeno triennale) in settori specifici quali ricettività, ristorazione, in genere comparto turistico-ricreativo.

Si precisa che all’atto della presentazione dell’offerta economica, il concorrente dovrà prestare cauzione provvisoria, per ogni lotto di partecipazione, pari al 2.% del valore totale stimato della concessione.

 PROCEDURE
  1. Al fine di garantire una maggiore economicità dell’azione amministrativa e un’assoluta parità di trattamento degli interessati, le procedure relative all’affidamento in concessione della gestione e valorizzazione di ciascun cespite vengono bandite simultaneamente, con un unico atto, ancorché debbano ritenersi indipendenti tra loro. Per facilitare le determinazioni degli operatori economici (partecipanti) interessati alla partecipazione per più lotti, gli stessi sono stati distribuiti per aree territoriali omogenee;
  2. la durata della concessione è di 10 anni;
  3. procedura aperta ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. n 50/2016;
  4. l’offerta e tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o corredata da traduzione giurata;
  5. Le offerte non vanno presentate per tutti i lotti;
  6. l’importo del contributo da versare per ciascun lotto/lotti per il/i quale/i si intende partecipare (ad eccezione del Lotto n. 5) è pari a € 140,00. Il contributo da versare per il solo Lotto n. 5 è pari a € 80,00.
  7. il periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta è di 180 gg. dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte;
  8. per l’apertura delle offerte, data, ora e luogo saranno comunicati secondo le modalità indicate nel disciplinare di gara;
  9.  le offerte vanno inviate esclusivamente in formato elettronico.
SCADENZA Le offerte digitali, corredate dalla documentazione richiesta, dovranno pervenire sul Portale Acquisti di ANAS https://acquisti.stradeanas.it, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 del giorno 31/10/2016.
VALORE STIMATO  € 47.076.933,50
CRITERI DI AGGIUDICAZIONE Criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo nei termini dei criteri sotto-enunciati e secondo le corrispondenti seguenti ponderazioni:
A. Prezzo fino a 30 punti; 
B. Componente qualitativa fino a 70 punti.
Il punteggio totale massimo
ottenibile è quindi pari a 100 e sarà pari alla somma dei punteggi attribuiti alle componenti A, B.
INFO I chiarimenti riferiti al procedimento di gara dovranno essere inviati, previa registrazione, entro il giorno 14/10/2016 al Responsabile del procedimento arch. Giovanni Magarò Telefono: 06-44461,– g.magaro@stradeanas.it; anas@postacert.stradeanas.it – www.stradeanas.it e https://acquisti.stradeanas.it.
Allegati dell’Avviso
Lotti pubblicati

 

Mobilità sostenibile: da Venezia a Santa Maria di Leuca con le ciclovie turistiche
Call4Ideas: “Innova con CRT” per le imprese del Piemonte e Valle d'Aosta

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...