Portale di economia civile e Terzo Settore

Cucine galeotte sbarca a Cascina Torrette

3

Accendere i riflettori sull’importanza della cucina nei percorsi di riabilitazione e riscatto con i detenuti attraverso buone pratiche di formazione nelle carceri italiane, tra cibo e fotografia è l’intento dell’imperdibile appuntamento “Cucine galeotte” che si terrà giovedì 14 luglio 2016 presso Cascina Torrette, a Milano.

Cucine galeotte è il secondo incontro organizzato nell’ambito dell’United Food Of Milano, lo speciale percorso tra cibo, arte e società, curato da Daniele de Michele, noto come Don Pasta, e da “Mare culturale urbano”, il centro di produzione artistica nato nella zona ovest di Milano per realizzare un nuovo modello di sviluppo territoriale delle periferie, in cui sono previsti una serie di appuntamenti estivi ideati per condividere il piacere del cibo e dell’arte e approfondire alcuni temi di attualità.

L’evento avrà inizio alle 18.00 con un appuntamento rivolto alle buone prassi di formazione professionale all’interno degli istituti penitenziari italiani, a cui interverranno: Lucia Castellano, direttore generale esecuzione penale esterna e di messa alla prova, Valeria Verdolini, presidente della sezione Lombardia dell’Associazione Antigone, Cosima Buccoliero, vice direttore del carcere di Bollate, Davide Dutto di Associazione Sapori Reclusi. A coordinare il dibattito la giornalista Tiziana Barillà del settimanale Left.

Dalle 19.00 in poi dietro ai fornelli ci saranno 6 cuochi detenuti, provenienti dalle limitrofe carceri di Opera, San Vittore, Bollate, dalla casa circondariale di Pozzuoli (Coop. Lazzarelle) e dall’istituto di detenzione San Michele di Alessandria. Ogni chef servirà i propri piatti al pubblico con l’accompagnamento musicale curato da Paolo Minella, conduttore di “Il sabato del villaggio” di Radio Popolare. Durante la cena sarà visitabile l’installazione fotografica  “Sapori Reclusi” realizzata da Davide Dutto della stessa associazione, in collaborazione con Associazione Antigone.

La degustazione prevede: “orecchiette alla San Michele” da Alessandria, parmigiana di melanzane da Pozzuoli, panzerotti con mozzarella e pomodoro e cannelloni al sugo da Bollate, coni di pasta sfoglia con mozzarella, pomodorini e crema di basilico da San Vittore, pasta con verdure al forno e torta di mele da Opera. Il vino è offerto dalle cantine Cincinnato e Le Grotte.

L’ingresso alla serata costa 25 euro, è gratuito invece per i bambini fino agli 8 anni, e include la degustazione di 6 piatti con un calice di vino.

I biglietti si possono acquistare al sito www.maremilano.org oppure in biglietteria la sera stessa.

Dal 15 al 17 luglio, inoltre, la Cascina ospiterà un mercatino per la vendita di prodotti artigianali e gastronomici realizzati proprio nelle carceri italiane.

Per avere maggiori informaizoni sul programma completo di United Food of Milano andare al link.

Arriva "Occhiolino", il primo giornale che racconta la disabilità ai bambini
L'Australia sconfigge l'Aids, in Italia il 30% non sa di essere infetto

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...