libero cinema in libera terra

Pubblicato il 8 luglio 2016

Libera: parte il festival cinematografico contro le mafie

E’ partito nei giorni scorsi il tour cinematografico contro le mafie che ogni estate gira la Penisola per portare nelle varie ragioni italiane la cultura della legalità e l’amore per il grande schermo. L’iniziativa dal titolo “Libero cinema in Libera terra”, promossa dall’associazione Libera e giunta alla sua 11esima edizione, si è aperta con un omaggio a Ettore Scola, presidente onorario di Cinemovel Foundation.

Prima tappa, andata in scena il 3 luglio, si è svolta infatti proprio a Trevico (Av), città natale del Maestro, con la proiezione di Ridendo e Scherzando, firmato da Paola e Silvia Scola. Il viaggio della carovana, a bordo di un furgone dotato di tutte le attrezzature tecnologiche necessarie per la proiezione dei film, si concluderà a Parigi il 15 ottobre, dopo aver attraversato Calabria, Sicilia, Puglia, Campania, Umbria, Lombardia, Emilia Romagna. I maxi schermi per la proiezione dei film, saranno di volta in volta allestiti in luoghi simbolici, tra piazze, parchi, periferie, terre e beni confiscati ai mafiosi.

Il festival, promosso da Cinemovel Foundation e Libera, con la partnership istituzionale della Fondazione Unipolis, è realizzato con il sostegno di SIAE, BNL Gruppo BNP Paribas, ENI.  Il furgone di Libero Cinema ospita la tecnologia e la troupe del Festival, percorrerà dunque come ogni anno circa 10.000 chilometri, facendo tappa in media in 20 località, portando il suo messaggio nelle strade e nelle piazze.

«Il programma», spiegano i promotori dell’iniziativa, «propone una selezione di titoli che affrontano con linguaggio innovativo i temi principali legati all’attività di Libera e della Fondazione Cinemovel: la lotta per la legalità e contro il crimine organizzato, ma anche più in generale la difesa dei diritti umani e il sostegno ai valori morali e sociali che ispirano le legislazioni e le comunità internazionali più avanzate.

Ad animare il grande schermo itinerante saranno quest’anno: Fuocoammare di Gianfranco Rosi; Appena apro gli occhi di Leyla Bouzid; Lea di Marco Tullio Giordana; Redemption Song di Cristina Mantis; Due euro l’ora di Andrea D’Ambrosio; Fiore di Claudio Giovannesi; Era d’estate di Fiorella Infascelli; Taxi Teheran di Jafar Panahi; Il bambino di vetro di Federico Cruciani; Bella e perduta di Pietro Marcello; Mediterranea di J. Carpignano; Ricordi del fiume dei fratelli De Serio.

TAPPE 2016: 3 luglio Trevico (AV), 5, 6, 8 luglio Polistena (RC); 9 luglio San Giorgio di Morgeto (RC); 11 luglio Chiusa Sclafani (PA); 12 luglio Triscina (TP); 13 luglio Barrafranca (EN); 14 luglio Bronte (CT); 15 luglio Catania; 16 luglio Reggio Calabria; 17 luglio Bitonto (BA); 18 luglio Cerignola (FG); 19 luglio Mesagne (BR); 20 luglio Casal di Principe (CE); 21 luglio Aversa (CE); 22 luglio Assisi (PG); 23 luglio Galbiate (LC); 24 luglio Faenza (RA); 30 settembre e 1 ottobre Ferrara Festival Internazionale; 15 ottobre Parigi.

Più inclusione: presentato il progetto “European Disability Card”
Miur: ecco i "Laboratori Territoriali" finanziati

Tags: , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...