Portale di economia civile e Terzo Settore

Arriva la mappa dei consumi alimentari degli europei

11

Mappare i consumi e le abitudini alimentari degli europei sui diversi territori nazionali con l’aiuto di medici. È il grande progetto europeo “EU-Menu” promosso dall’EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare.

Tale progetto, al quale hanno già aderito 23 Paesi, avrà la durata di quattro anni, alla fine dei quali verrà realizzata una banca dati sui consumi alimentari su scala europea. Gli elementi che verranno raccolti saranno analizzati per identificare e monitorare il pericolo di esposizione a sostanze rischiose presenti nel cibo, individuando sia i livelli presenti negli alimenti, sia il consumo di tali cibi secondo le diverse abitudini.

Proprio in virtù di ciò, come sottolinea l’EFSA, risulta necessario per la raccolta dati il coinvolgimento del personale altamente specializzato, come il personale medico in servizio presso le strutture pubbliche e private, i medici di medicina generale, i pediatri, gli specialisti in scienze dell’alimentazione, i biologi, i nutrizionisti e i dietisti, che verrà poi formato con corsi specifici organizzati dal Ministero della Salute, dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria.

Il frutto di questo importante lavoro, dunque, sarà non solo quello di creare una valutazione sui pericoli alimentari e nutrizionali, ma anche quello di avere una fotografia dei consumi di cibo sia in termini qualitativi che quantitativi, che possa costituire un valido strumento per incidere su politiche sanitarie dirette a uno stile di vita più sano e soprattutto volto alla prevenzione delle patologie croniche.
Garanzia Giovani: un partecipante su tre ha trovato lavoro dopo un mese
Gli scavi Anas riportano alla luce la fanciulla di Plestia

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...