Portale di economia civile e Terzo Settore

Al via “Homeless Zero” a Taormina, Richard Gere padrino della campagna

6

Manca poco al lancio della campagna “Homeless Zero”, bisognerà aspettare infatti solo fino a sabato quando in occasione del Taormina Film Festival la dura realtà dei senza tetto verrà presentata a tutti. Insieme al supporto del ministro al lavoro e alle politiche sociali Giuliano Poletti ci sarà la firma del protocollo d’intesa tra il Ministero e la Fiopsd (Federazione italiana organismi per le persone senza dimora).

Presidente onorario del festival sarà l’attore statunitense Richard Gere che ha scelto questa kermesse per la presentazione del suo docu-film “The time out of mind”, un interessante esperimento sociale in cui l’attore si è calato nei panni dei senza tetto fingendosi uno di loro, allo scopo di comprendere più da vicino la quotidianità della popolazione newyorkese senza fissa dimora. Compresa la criticità di un problema sociale dalle enormi dimensioni, Richard Gere darà il via alla campagna di sensibilizzazione proposta dalla Fiopsd, #HomelessZero e contemporaneamente, in forma gratuita, sarà il protagonista di uno spot promozionale per la stessa campagna.

Cristina Avonto, presidente nazionale della Fiopsd, parla di lotta alla povertà come un tema di cui bisognerebbe occuparsi in maniera trasversale e negli ambienti più disparati, in modo tale che la realtà dei senza fissa dimora non resti più coperta dal velo dell’invisibilità. Il punto di partenza dev’essere pertanto quello di aprirsi a un linguaggio nuovo che non deve destare paure ma abbattere pregiudizi e luoghi comuni.

La proposta di campagna di sensibilizzazione #HomelessZero è stata lanciata il 10 dicembre 2015 dalla Fiopsd, quando furono presentati i dati dell’indagine sui clochard e delle relative linee di indirizzo per il contrasto alla grave emarginazione adulta in Italia che vedeva il patrocinio del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

L’iniziativa vuole non solo generare consapevolezza ma anche ricordare che oggi in Italia vivono più di 50.000 persone senza tetto, stando agli ultimi dati Istat e Fiopsd del 2014. Quindi i destinatari del messaggio sono il mondo politico per primo, ma anche l’associazionismo, i settori del lavoro e della salute, la società civile, il singolo e la collettività, per ribadire che la dignità umana è un diritto scritto sulla Costituzione italiana.

A Pesaro il nuovo albergo ecosostenibile
E’ partita la raccolta fondi per salvare i bambini di Haiti

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...