Portale di economia civile e Terzo Settore

Alla scoperta delle città italiane più green

8

Pavia, Lodi, Cremona e Matera risultano essere le città italiane che hanno più verde urbano, aree agricole e protette. Nel 2014, il verde urbano rappresenta in media il 2,74% del territorio dei capoluoghi di provincia, quota che corrisponde a una disponibilità media di 31,1 metri quadrati per ciascun abitante. Il 16,1% della superficie comunale è incluso in aree naturali protette. Questo è quanto emerge dal recente rapporto sul verde urbano dell’Istat che ha interessato 116 capoluoghi di provincia.

Nello specifico, il rapporto evidenzia che le dotazioni più elevate si registrano tra le città del Nord-est con 50,1 metri quadri, più che doppie rispetto a quelle del Centro, del Nord-ovest e delle Isole. La media del Sud, invece, che è di 42,5 metri quadri per ogni abitante, sente gli effetti delle notevoli disponibilità dei capoluoghi lucani. Nel 17,2% delle città la dotazione pro capite è pari o superiore ai 50 metri quadri per ciascun cittadino, mentre nel 16,4% non si raggiunge la soglia, prevista dalla norma, dei 9 metri quadri pro capite. Inoltre, il 16,1% della superficie comunale è inclusa in aree naturali protette, mentre la superficie agricola usata è pari in media al 44,3% della superficie.

Tra le città più verdi d’Italia spicca Trento con 401,5 metri quadrati di verde per abitante, a cui seguono Pavia, Lodi, Cremona e Matera. Occupano posizioni buone anche Terni al Centro, Potenza e Reggio Calabria al Sud, entrambe sopra i 100 metri a testa. Taranto, invece, detiene la maglia nera del nostro Paese poiché è al di sotto del limite di legge di 9 metri quadrati di verde urbano per abitante.

Per quanto concerne i capoluoghi veneti e lombardi, essi si rivelano particolarmente verdi, all’opposto della Liguria. In quest’ultima regione, infatti, oltre al capoluogo, anche Savona e Imperia risultano essere sotto i 9 metri quadrati di verde urbano a testa. Roma, Milano e Torino sono intorno ai 20 metri, Napoli poco sopra i 10. Sotto il limite, invece, sono quasi tutti i capoluoghi di provincia di Puglia e Sicilia. Ma le città della Basilicata sollevano la media del Mezzogiorno.

Infine, la ricerca rileva che gli orti urbani aumentano sempre di più nelle nostre città: nel 2014, infatti, sono stati attivati in 64 amministrazioni con un incremento del 4,9% rispetto all’anno precedente. Le aree del verde storico e dei parchi, tra cui ville e giardini, costituiscono in media circa un quarto del verde urbano, mentre le aree boschive oltre il 20%, quelle a verde attrezzato il 14%. Gli alberi monumentali sono presenti in 67 città capoluogo.

"Canto Flegreo", i suoni della Terra diventano un concerto
Solo buone notizie, un telegiornale per parlare del bello di Scampia

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...