Portale di economia civile e Terzo Settore

Solidarietà: nelle stazioni FS sono state aiutate circa 30 mila persone in difficoltà

23

Più di 80.000 pasti e bevande distribuiti, 14 mila coperte fornite, circa mille gli operatori coinvolti. Risultati importanti frutto dei progetti messi in atto dal Gruppo FS Italiane per combattere l’emergenza freddo, nell’arco del periodo di tempo dal 15 dicembre al 31 marzo, congiuntamente ad associazioni di volontariato e agli Help Center, ossia gli sportelli della rete di solidarietà cittadina concessi in comodato d’uso gratuito da Ferrovie dello Stato Italiane e finanziati dagli Enti locali.

Il Gruppo FS Italiane da anni è impegnato a organizzare diverse iniziative di solidarietà in tutto il territorio italiano dall’accoglienza, alla raccolta fondi per iniziative di solidarietà, dalla concessione in comodato d’uso delle stazioni non più presenziate fino alla sinergia con le altre Ferrovie europee per il reinserimento sociale delle persone che vivono in condizioni svantaggiate.

Complessivamente sono state contattate e aiutate circa 30 mila persone in difficoltà, che erano esposte alle avverse condizioni climatiche. Ciò per merito di diverse grandi associazioni di volontariato italiane quali: Centro Astalli, Caritas Ambrosiana, Caritas Romana, Comunità di Sant’Egidio e Fondazione Progetto Arca.

Gli interventi più significati si sono registrati nei grandi centri urbani, in particolare nelle stazioni ferroviarie di Roma (Termini, Tiburtina, Ostiense, Tuscolana e Trastevere), Milano (Centrale Porta Garibaldi, Lambrate e Greco), Genova, Torino, Novara, Trieste, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Messina e Catania.

Festival di Cannes: vince Ken Loach e il suo messaggio di solidarietà
Tornano "i luoghi del cuore" con il censimento FAI 2016
1 Comment
  1. […] abbiamo scritto del magnifico lavoro svolto dal Gruppo Ferrovie dello Stato (leggi l’articolo), in collaborazione con alcune grandi associazioni di volontariato italiane (Centro Astalli, […]

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...