Portale di economia civile e Terzo Settore

Nel mondo sono 275 milioni i bambini vittime di violenza domestica

8

Oggi, 15 maggio, si celebra la Giornata mondiale delle famiglie, una ricorrenza importante per riconoscere e riflettere sul valore e sul ruolo che la famiglia assume all’interno della società. In questa giornata SOS Villaggi dei Bambini Onlus coglie l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sui fattori che determinano la perdita delle cure familiari.  La violenza in famiglia rappresenta uno dei principali motivi di disgregazione del nucleo familiare.

A cominciare dal 27 maggio 2016, in concomitanza con il 25esimo anniversario della ratifica della Convenzione Onu per i Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, SOS Villaggi dei Bambini Onlus organizzerà in tutti i suoi Villaggi SOS, che accolgono i bambini orfani, abbandonati o che non possono più vivere con la loro famiglia, diverse iniziative che si prolungheranno per tutto il weekend. L’obiettivo è quello di affermare che: “Nessun bambino nasce per crescere da solo”.

L’associazione da più di 60 anni è impegnata a creare e garantire un luogo di cura e protezione per ciascun bambino, aumentare la consapevolezza sulla violenza e sugli abusi e sostenere le famiglie più indifese attraverso vari programmi d’intervento.

Nel mondo sono circa 275 milioni i bambini a essere esposti a violenza in casa, 1 adulto su 4 dichiara di aver subito abusi fisici da bambino e 1 adolescente su 3, ossia circa 84 milioni, è stata vittima di violenza emotiva, fisica o sessuale. Sono più di 91 mila i bambini che nel nostro Paese hanno subito maltrattamenti, ossia il 9,5% della popolazione minorile, e quasi 30.000 i minori che vivono separati dalla loro famiglia. Il 37% per grave incapacità dei genitori nel provvedere ai bisogni dei propri figli oppure perché hanno subito maltrattamenti e abusi. Tra le tipologie più diffuse di maltrattamento vi sono la trascuratezza materiale e/o affettiva (47,1% dei casi seguiti), la violenza assistita (19%) e il maltrattamento psicologico (14%). Inoltre, il numero di ragazzi che vivono una costante condizione di disagio risulta ancora più grande se si prendono in considerazione anche i minorenni stranieri non accompagnati, il cui arrivo in Italia è in costante crescita.

Come ha spiegato Maria Grazia Rodriguez Y Baena, presidente di Sos Villaggi dei Bambini Italia: «Porre fine alla violenza in famiglia è di cruciale importanza per i diritti dei bambini: è un obiettivo di sviluppo sostenibile importante, che prevede delle misure concrete per porre fine alla violenza contro i bambini».

In Italia il caporalato miete 430 mila vittime
Milano apre le porte di Palazzo Marino a cittadini e turisti
1 Comment
  1. […] di due mesi dal lancio della campagna “Nessun bambino nasce per crescere solo” (leggi l’articolo), SOS Villaggi dei Bambini aumenta l’offerta dei campi estivi abbracciando tutta l’Italia, dal […]

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...