Portale di economia civile e Terzo Settore

Bando EACEA “Volontari dell’Unione”

7

Scadenza: 04/07/2016.

Si tratta di un invito a presentare proposte della EACEA 27/2016 – “Iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario: Assistenza tecnica per le organizzazioni di invio di volontari – Rafforzamento delle capacità ai fini dell’aiuto umanitario delle organizzazioni d’accoglienza” e consiste nell’istituzione di un Corpo volontario europeo di aiuto umanitario per inquadrare contributi comuni di volontari europei volti a sostenere e completare l’aiuto umanitario nei Paesi terzi.
Il bando, che rientra in un progetto più ampio dotato di un budget complessivo di oltre 147,9 milioni di euro, prevede l’erogazione di finanziamenti che puntano a migliorare gli interventi dell’Ue nel settore, investendo nell’accrescimento delle conoscenze e delle competenze sia dei volontari che delle organizzazioni di accoglienza e di invio, e di fornire supporto professionale attraverso l’impiego di volontari senior o junior adeguatamente formati e preparati, rafforzando la capacità e la resilienza delle comunità vulnerabili nei Paesi del Sud, attraverso la realizzazione di progetti comuni tra gli operatori umanitari esperti e le organizzazioni locali.

SCHEDA
 OBIETTIVI Rafforzare le capacità delle organizzazioni di invio e d’accoglienza intenzionate a partecipare all’iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario e garantire la conformità alle norme e alle procedure relative ai candidati volontari e ai volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario al fine di richiedere la certificazione necessaria per mobilitare i volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.
 DESTINATARI ONG- Organizzazioni non governative senza scopo di lucro e la cui sede sia ubicata nell’Unione Europea;
Organismi di diritto pubblico a carattere civile disciplinati dalla legislazione di uno Stato membro;
Federazione internazionale delle Società nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Sono ammissibili solo le proposte provenienti da persone giuridiche aventi sede nei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia,Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

AMMISSIBILITA’ 

I proponenti possono presentare sia progetti di assistenza tecnica sia progetti di rafforzamento delle capacità. In tal caso, i proponenti devono indicare nella domanda di essere intenzionati a presentare progetti per entrambe le azioni.
Tra le attività ammissibili, invece, troviamo corsi di formazione per formatori/guide/tutor/moltiplicatori dei Paesi terzi; seminari e workshop; gemellaggi e scambio di personale; visite di studio; attività per promuovere la creazione di partenariati; ecc. (v. bando)
Nello specifico:
1. per le attività di assistenza tecnica: guida e tutoraggio di personale chiave remunerato delle organizzazioni di invio;
2. per le attività di rafforzamento delle capacità: corsi di formazione per formatori/guide/tutor/moltiplicatori dei Paesi terzi.; visite di studio fino a 3 mesi per personale retribuito o volontari chiave provenienti dai Paesi terzi da mobilitare presso organizzazioni partner/proponenti europei;
3. Rafforzamento delle capacità tecniche per operazioni di aiuto umanitario incentrate su: metodologie di valutazione delle necessità/gestione delle informazioni; collegamento tra soccorso, riabilitazione e sviluppo; resilienza e adattamento al cambiamento climatico, ecc.
Le domande ammissibili saranno valutate in base a specifici criteri dettati dal bando.

PROCEDURE E SCANDENZA 

Le domande di sovvenzione dovranno essere redatte in una delle lingue ufficiali dell’UE, utilizzando il modulo elettronico disponibile all’indirizzo: https://eacea.ec.europa.eu/documents/eforms_en che dovrà pervenire entro le ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) del 4 luglio 2016. Dopo questa data, il sistema di candidatura online sarà chiuso. Considerato che i proponenti potranno presentare entrambi i progetti di assistenza tecnica e di rafforzamento delle capacità, lo dovranno esplicitamente indicare nella domanda. Una volta scaduto il termine per la presentazione delle domande non saranno consentite modifiche anche se, qualora vi fosse l’esigenza di chiarire determinati aspetti o di correggere errori evidenti, l’EACEA può contattare il proponente nel corso della procedura di valutazione.
Non sono accettate le domande inviate via posta, fax o posta elettronica.

 RISORSE Il budget previsto è pari 7,9 milioni di euro per un importo massimo della sovvenzione di 700.000 euro ma compreso tra 100.000 e 700.000 euro. Non saranno prese in considerazione per il finanziamento richieste di sovvenzioni inferiori a 100.000 euro.
L’Agenzia prevede di finanziare 23 proposte e si riserva il diritto di non distribuire tutti i fondi disponibili.
 INFORMAZIONI

I documenti necessari per la partecipazione al bando sono reperibili all’indirizzo: https://eacea.ec.europa.eu/eu-aid-volunteers/funding_en.
Per maggiori informazioni rivolgersi a: EACEA-EUAID-VOLUNTEERS@ec.europa.eu.
Si precisa che sarà necessaria la registrazione per ricevere il nome utente e la password e scaricare il bando in versione inglese.

 

Bando "Diffusione Responsabilità sociale"
Call pubblica "Sport e Integrazione"

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...