Portale di economia civile e Terzo Settore

Nessuno si presenta alla festa di Toxey e Gerald ma…

6

Quando il piccolo Toxey, un bimbo statunitense dell’Arkansas, ha scoperto che nessuno dei suoi compagni di classe si era presentato alla sua festa di compleanno, ci è rimasto comprensibilmente molto male.

Sua madre, triste e delusa come e più di suo figlio, ha sfogato la sua delusione su Facebook, senza sapere che un poliziotto della stradale di zona aveva intercettato quel messaggio.

Così, una pattuglia di cinque uomini si è presentata a casa di Toxey con una torta di compleanno e vari pacchetti da scartare e, tutti insieme, hanno dato vita a una festa indimenticabile per il bimbo di 10 anni che, in seguito, ha ricevuto moltissimi regali, anche da parte dei compagni di classe che non si erano presentati alla festa.

Una storia simile è capitata in questi giorni anche a Gerald, un bambino australiano affetto da diversi problemi di salute dalla nascita. costretto a spegnelere le candeline da solo perché considerato “diverso” dai suoi compagni di classe e, soprattutto, dai loro genitori. Seppure il ragazzino della Tasmania non abbia potuto contare sulla presenza di una pattuglia della polizia, è stato però sommerso dalla generosità del web. Dopo la pubblicazione di un post su Facebook da parte della madre, infatti, Gerald si è visto recapitare a casa centinaia di regali e biglietti di auguri.

One Way Only, lo sguardo di Schirato sulle rotte della speranza
Berlino, arrivano gli orti nei supermercati

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...