Portale di economia civile e Terzo Settore

Presto a Milano un polo specializzato per i bambini prematuri

14

A Milano nascerà nei prossimi mesi un grande polo pediatrico specializzato per i bambini nati prematuri, per le mamme e per l’età evolutiva. Il centro di questo polo sarà l’Ospedale Vittore Buzzi, di via Castelvetro, in sinergia con gli ospedali Sacco, Macedonio Melloni e Fatebenefratelli, tutte strutture di grande eccellenza a Milano.

I bambini prematuri hanno delle esigenze particolari, possono pesare poche centinaia di grammi e andare incontro a operazioni chirurgiche delicate. Inoltre, è frequente che si ricorra a delle strumentazioni che vanno ben oltre le normali culle termiche e le incubatrici. Parliamo infatti di supporti cardiorespiratori intensivi, dotati della più moderna tecnologia medica. Per essere il più possibile all’avanguardia, occorrono strumenti particolari di diagnosi e terapia. In particolare, per questo nuovo polo, servono due sistemi pletismografici, che permettono di valutare in modo accurato la composizione corporea dei neonati (massa grassa e magra) e di seguire così il loro percorso di crescita.

«Una valutazione delle esigenze nutrizionali in neonati in condizioni critiche basata su parametri rigorosi può essere determinante per il buon esito del loro percorso di cura», spiega la dottoressa Angela Bosoni, vice presidente di OBM Onlus. «Inoltre, tale strumentazione si integrerebbe in un progetto più ampio per l’ottimizzazione della nutrizione in età neonatale e pediatrica che la nostra Associazione intende perseguire ben sapendo quanto questo aspetto sia determinante nei primi anni di vita».

Si tratta dunque di un progetto a medio termine, con l’obiettivo di seguire i piccoli e le loro famiglie non soltanto nei primi momenti di vita del neonato. Per l’acquisto dei due nuovi sistemi sono necessari duecentomila euro, ed è per questo motivo che BBooks e Grenke hanno deciso di supportare OBM – la Onlus dell’Ospedale Buzzi. In particolare, BBooks metterà a disposizione la sua prima collezione di libri speciali, Gaia, per mostre itineranti che toccheranno diverse città italiane: Firenze, Torino, Bari, Venezia, Roma, Milano.

Perché libri speciali? Perché sono nove palle di legno, ognuna fatta con un tipo di legno diverso e pregiato, al cui interno – la sfera è divisa in moduli componibili – è posto un rotolo di “tessuto non tessuto”, arrotolato su un rocchetto di metallo, che riporta opere classiche, come I Canti di Leopardi, L’Inferno della Divina Commedia di Dante, Il principe di Machiavelli e altri. Un progetto culturale che unisce editoria, arte e design. E tanta voglia di aiutare.

A questo scopo la BBooks ha messo a disposizione la realizzazione di un volume a tiratura limitata, il cui acquisto sarà riservato a coloro che faranno una donazione per il nuovo polo pediatrico ospedaliero. Grenke si è invece impegnata a sponsorizzare l’iniziativa e a raccogliere fondi anche attraverso il suo network.

Il primo evento si terrà a Milano il prossimo 13 aprile presso il MudecArea Design Store – in occasione del Salone del Mobile, che fa sempre accorrere numerosi visitatori.

 

Dislessia: la ricerca fa un passo avanti
Economia e finanza, queste sconosciute: a Certosa un nonno dà lezioni gratis ai bambini

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...