Portale di economia civile e Terzo Settore

Città Intelligenti: al via il programma di intervento del Ministero dello Sviluppo Economico

16

Rinforzare la dotazione infrastrutturale delle città attraverso smart grid interconnesse (reti elettriche intelligenti) con le infrastrutture di banda larga, e incrementare la capacità dell’industria di rispondere ai fabbisogni di servizi innovativi espressi dalle smart city, grazie a quartieri-pilota dove verranno sperimentate soluzioni non ancora presenti sul mercato. E’ lo scopo del primo programma di intervento del Ministero dello Sviluppo Economico per le Città Intelligenti, che è partito ufficialmente il 10 marzo con la firma da parte del ministro Federica Guidi dell’Atto di indirizzo in materia di smart city e con un’assegnazione iniziale di 65 milioni di euro.

Come ha chiarito il capo di Gabinetto del Mise, Vito Cozzoli: «L’obiettivo del Ministero è quello di trasformare l’Italia in un Paese attrattivo per sviluppare un’industria delle smart city. I quartieri pilota, definiti d’intesa con le Città Metropolitane, consentiranno da un lato di promuovere smart grid di nuova generazione, facendo leva anche sui nuovi investimenti in banda ultra larga; dall’altro di accelerare servizi e dispositivi smart, anche attraverso la valorizzazione di open e big data».

Per realizzare tale ambizioso traguardo, il Mise mira su progetti pubblico privati “ben identificati e misurabili”, sia per le risorse occorrenti sia per la sostenibilità, grazie anche a un confronto continuo con le città e con gli stakeholder privati, destinando i 65 milioni di euro all’avviamento di due specifiche misure: la prima diretta alla promozione di infrastrutture e servizi energetici efficienti e connessi nelle aree urbane; mentre la seconda all’attivazione di appalti pre-commerciali di grandi dimensioni in risposta ai fabbisogni più innovativi manifestati dalle amministrazioni. Grazie alla collaborazione intrapresa in queste settimane con il Coordinatore Anci delle Città Metropolitane, Dario Nardella, i primi progetti saranno avviati nelle aree metropolitane.

Al via TO.MA.TO, la maratona delle idee per il turismo italiano
Skip: la piattaforma per chi lavora con i disabili gravi

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...