Portale di economia civile e Terzo Settore

CSRnatives e Sostenibilità peer to peer

5

Ci vuole la leggerezza e anche una certa dose di incoscienza per scrivere un glossario della responsabilità sociale dedicando a ciascuna parola chiave i classici 140 caratteri di un tweet. Ebbene, lo ha fatto un gruppo di studenti universitari che si definiscono CSRnatives, “ovvero che hanno passione per la sostenibilità e l’innovazione sociale, che stanno costruendo competenze in questi ambiti, che intendono diventare i CSR manager di domani”.

CSRnatives è un’iniziativa promossa e sostenuta da Koinètica, un team di esperti professionisti milanesi che si occupa di sviluppo e comunicazione della responsabilità d’impresa, che persegue l’obiettivo “di offrire un’opportunità d’incontro tra studenti CSRnatives e imprese CSR oriented”.

Gli studenti CSRnatives pochi giorni fa hanno pubblicato un ebook, disponibile sul portale www.csrnatives.net, dal titolo Sostenibilità peer to peer (coordinamento editoriale e progetto grafico a cura di Koinètica). Al di là delle battute iniziali Sostenibilità peer to peer è un volume accattivante nelle soluzioni grafiche, agevole nella lettura ma serio e rigoroso nei contenuti.

La pubblicazione si articola in tre parti: “un glossario di 30 termini per conoscere le parole chiave della CSR; 14 interviste alle imprese per capire cosa significa concretamente fare CSR in azienda; 10 attitudini e competenze che un CSR manager dovrebbe avere. Completa il volume una breve presentazione delle imprese che hanno sostenuto il network nel 2015”.

Inoltre Sostenibilità peer to peer ha l’ambizione di inaugurare una vera e propria collana “CSRnatives”.

I giovani autori sono Gaia Alaimo, Elisabetta Caneva, Ambra Cavedini, Silvia Compagno, Silvia Giacomarra, Benoît Guého, Claudia Montevecchi, Elisa Pigoli, Silvia Oppizzio, Eleonora Sposato, Francesco Toffoletto, Elena Travi, Ylenia Esther Yashar.

Oggi proponiamo ai lettori di Felicità Pubblica la parte più curiosa e intrigante del Glossario: 30 concetti cardine della CSR raccontati in 140 caratteri. Buona lettura.

 

30 parole per scoprire la CSR

Il glossario di 30 parole nasce per descrivere la CSR, i suoi obiettivi e alcuni suoi strumenti. Un percorso originale realizzato dai CSRnatives che prevede per ogni definizione anche una versione in 140 caratteri da utilizzare su Twitter.

Un primo passo per offrire indicazioni sul linguaggio corretto da usare quando si parla di CSR. Uno stimolo per saperne di più. Un’occasione per iniziare ad approfondire cosa significa essere socialmente responsabili.

Hanno collaborato alla stesura del glossario: Gaia Alaimo, Silvia Compagno, Claudia Montevecchi, Elisa Pigoli, Silvia Oppizzio, Eleonora Sposato, Elena Travi, Ylenia Esther Yashar, Francesco Toffoletto.

Accountability
Bilancio di sostenibilità
Capitale sociale
Carta dei valori
Catena di fornitura sostenibile
Cause Related Marketing
Certificazione ambientale
Cittadinanza attiva
Codice etico
Coesione sociale
Cultura d’impresa
Economia circolare
Fiducia
Finanza responsabile
Green economy
Greenwashing
GRI
Innovazione sociale
Rating di sostenibilità 
Report integrato
Reputazione
Risparmio energetico
Sharing economy  
Smart city
Social street
Stakeholder
Stakeholder engagement
Sviluppo sostenibile
Volontariato d’impresa
Welfare aziendale

#Accountability è la “resa dei conti” delle proprie azioni fatta in modo trasparente ed esaustivo per un pubblico interessato.

#BilancioDiSostenibilità forma di rendicontazione che ha l’obiettivo di accrescere la trasparenza verso tutti gli #stakeholder.

#CapitaleSociale un patrimonio comune da creare, far crescere, valorizzare.

#CartaDeiValori quando è creata attraverso un lavoro comune con i dipendenti esprime la vera identità dell’organizzazione.

#CatenaDiFornituraSostenibile nasce dal comportamento responsabile di tutti gli attori inclusi nella filiera produttiva.

#CRM&CSR il sociale incontra il marketing. Valori, Trasparenza, Responsabilità per una concreta realizzazione di un progetto condiviso (ndr CRM Cause Related Marketing o marketing sociale).

#CertificazioneAmbientale espressione di un’azione volontaria in grado di comunicare impegno certo per lo sviluppo sostenibile.

#CittadinanzaAttiva partecipazione consapevole dei singoli alla vita della comunità. Il benessere di una nazione non è più delegabile.

#CodiceEtico definisce cosa dipendenti e collaboratori possono o non possono fare. È strumento di responsabilità.

#CoesioneSociale complesso di relazioni e valori che generano maggiore unione, consenso e solidarietà in una comunità.

#CulturadImpresa trasparenza e impegno sostenibile sono i cardini della cultura delle imprese impegnate sul fronte della CSR.

#EconomiaCircolare il prodotto a “fine vita” dà vita a un altro prodotto. Così nasce il risparmio di risorse naturali ed economiche!

#Fiducia ottenere fiducia è un vantaggio per ogni impresa che abbia come obiettivo la crescita nel mercato all’insegna della trasparenza.

#FinanzaResponsabile combina criteri finanziari e criteri etici #ESG, nella scelta degli investimenti (ndr ESG environment, social and governance).

#GreenEconomy è un business intelligente. Riduciamo l’impatto e rispettiamo l’ambiente, innoviamo per migliorare.

#Greenwashing ambientalismo di facciata. Una impresa che simula sostenibilità produttiva ed eticità, ingannando lo stakeholder.

#GRI gli indicatori del Global Report aiutano a misurare l’impegno verso obiettivi sostenibili con dati forniti in maniera trasparente.

#InnovazioneSociale pratiche creative, sperimentali e condivise per dare risposta a bisogni sociali.

#RatingDiSostenibilità strumento di valutazione della sostenibilità e eticità di una impresa nel rispetto dei diritti umani e ambientali.

#ReportIntegrato il racconto della dimensione economica, sociale e ambientale dell’impresa secondo l’integrated thinking.

#Reputazione opinione che si ha di un soggetto, risultante dall’insieme delle aspettative, percezioni e valutazioni sviluppate nel tempo.

#RisparmioEnergetico è il contributo di tutti per fare di più utilizzando meno risorse esauribili del nostro pianeta.

#SharingEconomy è un modello economico che dà valore alle persone in un’ottica sociale e sostenibile.

#SmartCity modello di città con infrastrutture e servizi che favoriscono la vivibilità in un contesto ecosostenibile e intelligente.

#SocialStreet quando i membri di una comunità si organizzano per vivere in modo più attivo la propria “strada”.

#Stakeholder è il portatore d’interesse. La sua importanza dipende dalla capacità di influenzare l’impresa.

#StakeholderEngagement una strategia autentica e responsabile. Il coinvolgimento, una chiave importante per un futuro più sostenibile.

#SviluppoSostenibile limitare i consumi oggi per non compromettere la qualità della vita delle future generazioni domani.

#VolontariatodImpresa permette a ogni attore coinvolto di imparare dall’altro e portare il proprio apporto all’intera società.

#WelfareAziendale i lavoratori migliorano le performance sul lavoro se supportati da iniziative a sostegno del loro benessere.

Welfare Index PMI
Per un mercato più a misura d’uomo

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...