Portale di economia civile e Terzo Settore

Laboratori creativi per i pazienti del Montecatone Rehabilitation Institute

8

Il 26 febbraio 2016 è stato presentato il “Progetto creatività – Il Rotary per le persone ricoverate a Montecatone” per dare modo ai pazienti del rinomato centro di eccellenza di Imola (Bologna) specializzato nella cura e nella riabilitazione della persona con gravi lesioni neurologiche midollari e cerebrali, di svolgere le attività di laboratorio con tutti gli strumenti necessari.

Il modus operandi del Montecatone Rehabilitation Institute è quello di integrare il lungo percorso riabilitativo con momenti che possano incoraggiare le persone a ricordarsi che non sono solo pazienti. A tal fine, infatti, il Servizio Socio-educativo e il Servizio di Terapia Occupazionale promuovono convenzioni con realtà dell’associazionismo e del volontariato che possano offrire regolarmente attività di laboratorio creativo.

Tale progetto, sostenuto dai Rotary Club di Imola, Lugo, Faenza, Ravenna e Ravenna Galla Placidia, dunque, è diretto a estendere le attività di pittura, oggettistica e musica, sviluppate in collaborazione con le associazioni di persone con lesione midollare AUS Montecatone e APRE Associazione Paraplegici Emilia Romagna di Vignola (Modena).

Nello specifico, si tratta di tre laboratori creativi: il laboratorio settimanale di pittura e decoupage “Reinserart”, che prevede caschetti puntatori con l’obiettivo di far partecipare anche i pazienti con tetraplegia completa e che comprende ogni anno circa 40 sedute, a cui seguono varie iniziative divulgative come ad esempio la mostra di fine anno in ospedale; il laboratorio Musica a Montecatone, un appuntamento settimanale per i pazienti che desiderano imparare a suonare uno strumento oppure a perfezionarlo in gruppo, tramite sedute di musica d’insieme. Infine, il laboratorio settimanale di oggettistica in cui si realizzano oggetti decorativi e che è rivolto principalmente alle donne.

Volontari fiorentini al fianco degli anziani contro le truffe
Quanti schiavi lavorano per te?

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...