Portale di economia civile e Terzo Settore

Progetto Ustica: un videogioco per non dimenticare

17
L’approfondimento di oggi focalizza l’attenzione sul crowdfunding per un’idea che ha segnato la storia italiana. Si tratta del disastro aereo di Ustica, un incidente avvenuto nella sera di venerdì 27 giugno 1980, quando un aereo di linea Douglas DC-9 della compagnia aerea italiana Itavia, decollato dall’Aeroporto di Bologna e diretto all’Aeroporto di Palermo, si squarciò in volo all’improvviso e cadde nel braccio di mare compreso tra le isole tirreniche di Ustica e Ponza. Nell’evento persero la vita tutti gli 81 occupanti dell’aereo. Molti aspetti di questo disastro, a partire dalle cause stesse, non sono ancora stati chiariti, anche se tra le ipotesi più accreditate c’è che l’aereo possa essere stato abbattutto per errore da un missile.
Progetto Ustica è, dunque, un serious game per la memoria che vuole mantenere vivo il ricordo di uno degli eventi più tragici e nebulosi della storia contemporanea italiana.
La campagna di crowdfunding è realizzata nell’ambito della piattaforma Produzioni dal Basso, attraverso un video promosso da Daria Bonfietti, presidente dell’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica, e dal giornalista e scrittore Carlo Lucarelli. Riportiamo un passaggio fondamentale del loro messaggio:«Vogliamo e dobbiamo impegnarci per far sì che tutti ricordino quanto è sporca e pericolosa la guerra, anche quando la si pensa fuori dai nostri confini».
Si tratta di un’esperienza di esplorazione in soggettiva, per PC, MAC e mobile, e pensata anche per Oculus Rift VR (realtà virtuale), che ricrea gli eventi principali dei cinquanta minuti di volo del DC9 Itavia. L’obiettivo di Progetto Ustica è far sì che il gioco venga scaricato e utilizzato dal maggior numero di persone possibile, persone che con tutta probabilità non conoscono ciò che successe quella tragica notte.

I fondi raccolti con la campagna serviranno a coprire parzialmente i costi di lavorazione per i professionisti che stanno già lavorando al progetto, a esclusione dell’ideatore e coordinatore che non percepirà nulla.

A seconda del successo della campagna i fondi saranno spesi per:

– ampliare i contenuti audio e video a disposizione: doppiaggi delle trasmissioni radio, modelli 3D più dettagliati, maggior numero di elementi nello scenario;
– approfondire e dettagliare i contenuti informativi: ampliando e traducendo in più lingue la documentazione ipertestuale;
– stampare e distribuire il prodotto in DVD: una versione integrata con schede didattiche e materiali per gli insegnanti, che l’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica potrà utilizzare nella sua attività di divulgazione;
– realizzare la versione mobile per smartphone e tablet (iOS, Android, Windows Phone).

Riportiamo di seguito il video di presentazione del progetto.

Selfers
Semplifichiamo la startup innovativa

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...