Portale di economia civile e Terzo Settore

Vacanze in libreria? Da oggi puoi

9

Se amate i libri, siete dei tipi un po’ originali, alla ricerca di esperienze nuove, e siete indecisi sulla scelta del posto in cui trascorrere le vostre prossime vacanze, probabilmente l’annuncio recentemente comparso su Airbnb fa per voi.

A Wigtown, cittadina scozzese con una straordinaria caratteristica – conta 1000 abitanti e 10 librerie – è possibile alloggiare sopra una libreria, “The Open Book“, al costo settimanale di 150 sterline e lavorare tra gli scaffali per un totale di 40 ore distribuite in 7 giorni.

Si tratta di una libreria indipendente e naturalmente questo concetto di “vacanza” si applica esclusivamente a chi ama stare tra i libri e alle persone che leggono e non fanno che consigliare, spostare, spulciare, cercare, curiosare, convincere, ascoltare, proporre.

L’alloggio indicato da Airbnb può ospitare fino a due persone, per cui non occorre che andiate necessariamente da soli – non è un eremitaggio insomma – per un tempo totale di almeno sei notti. Non servirebbe spiegare che non potrete fare esattamente tutto ciò che vi passa per la testa, si tratta comunque di un lavoro, per cui ci sono delle regole: la libreria deve essere aperta per 40 ore settimanali, per cui potrete programmare i giorni di riposo ma non aprire e chiudere in base al vostro umore.

Degustazioni di cibi, organizzazioni di eventi, letture di gruppo: sì, ben vengano. Tanto più che gli abitanti del paese sono appena 1000 quindi si conoscono tutti, più o meno, e magari verranno allo scopo di conoscere proprio voi, lo straniero.

Sia l’alloggio che la libreria sono gestiti da un’associazione del posto senza scopo di lucro con l’obiettivo di incoraggiare il turismo culturale. Chi ha già fatto questo tipo di esperienza e recensito l’avventura su Airbnb sembra molto entusiasta e sarebbe pronto a partire di nuovo verso la meta scozzese.

Incuriositi? Date un’occhiata al blog di “The Open Book” e lasciatevi trasportare dai racconti degli ospiti che hanno vissuto questa originalissima esperienza.

Tiziano Ferro è il nuovo Ambasciatore di Save the Children
Per le consegne in città arriva Furbot

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...