Portale di economia civile e Terzo Settore

Bologna: in un asilo nasce il Muro della gentilezza

19

“Se ti serve qualcosa puoi prenderla e portarla a casa ma, se non hai realmente bisogno lasciala qui!” è il messaggio della solidale iniziativa lanciata dall’asilo nido La Trottola, situato in via Bombicci 3,  a Bologna, in cui è stato realizzato un vero e proprio Muro della gentilezza sulla recinzione esterna al nido, uno spazio dover poter lasciare e prendere oggetti per i bambini più bisognosi.

All’ingresso dell’asilo, così, si troveranno legate alla recinzione delle cassette di plastica tutte colorate in cui poter donare vestiti, giocattoli, libri, e tanti altri oggetti che non servono più, ma che invece possono regalare un sorriso a chi ne ha più bisogno. Lo scopo dell’iniziativa, infatti, è quello di sensibilizzare i bambini, sin dai primi anni di vita, all’altruismo, alla condivisione e alla solidarietà.

L’idea di un muro della gentilezza non è del tutto nuova in quanto prende spunto dall’iniziativa “Wall of Kindness“, nata in Iran lo scorso dicembre, che consiste nell’appendere a una corda attaccata a un muro beni di prima necessità, vestiti e qualsiasi cosa si voglia donare alle persone povere. Alla base di questa iniziativa c’è il principio “Se non ti serve, lascialo. Se ne hai bisogno, prendilo”.

Come spiega il Comune bolognese: «tutti i cittadini sono invitati a donare qualcosa che magari non serve più (impacchettata, perché non sia sciupata dalle intemperie). Chi ne ha realmente bisogno può liberamente scegliere di portare a casa per i propri bambini, un dono, nell’ottica della riduzione degli sprechi, della condivisione e della promozione sociale».

Oggi a Roma incontro di studi sul Terzo settore
"Petaloso": l'aggettivo di un bambino che piace all'Accademia della Crusca

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...