Portale di economia civile e Terzo Settore

Per raccontare le vittime di mafia nasce l’applicazione NOma

19

Ricordare le vite e le storie delle principali vittime della mafia siciliana visitando virtualmente i luoghi degli attentati e ascoltando le testimonianze inedite dei familiari. Tutto questo grazie alla nuova applicazione “NOma-luoghi e storie NOmafia”, scaricabile gratuitamente su tablet e smartphone.

NOma nasce da un’idea dell’associazione culturale “Sulle nostre gambe”, fondata da Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, insieme a Roberta Iannì, Emanuela Giuliano e Tiziano Di Cara, e poi sviluppata insieme a Tim in collaborazione con Rai Teche.

All’applicazione hanno contribuito diversi noti personaggi siciliani dello spettacolo che hanno prestato la loro voce per narrare quei tragici avvenimenti: da Pippo Baudo a Giuseppe Fiorello e Paolo Briguglia, passando per Ficarra e Picone, Donatella Finocchiaro, Nino Frassica, Leo Gullotta, Luigi Lo Cascio, Teresa Mannino, Isabella Ragonese, Francesco Scianna, fino al regista premio oscar Giuseppe Tornatore.

Per adesso sono disponibili all’interno della app 15 itinerari attraverso cui cittadini, turisti, giovani e studenti possono ripercorre le strade di Palermo conducendo l’utente proprio nei luoghi degli attentati mafiosi che hanno segnato la storia italiana a partire dagli anni ’70.

Le storie degli eroi che hanno combattuto la mafia sono quelle di Antonino Agostino, Paolo Borsellino, Rocco Chinnici, Mauro De Mauro, Giovanni Falcone, Mario Francese, Giorgio Boris Giuliano, Libero Grassi, Carmelo Iannì, Pio La Torre, Piersanti Mattarella, Beppe Montana, Giuseppe Puglisi, Pietro Scaglione, Cesare Terranova. Successivamente saranno disponibili anche quelle di Filadelfo Aparo, Ninni Cassarà, Gaetano Costa, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Peppino Impastato, Paolo Giaccone, e Calogero Zuccheto.

NOma indicherà, inoltre, gli itinerari che portano alla scoperta delle realtà che aderiscono ad Addiopizzo, il movimento nato dal grande impegno di un gruppo di giovani che hanno scelto di combattere la mafia promuovendo un sistema di economia virtuosa tramite lo strumento del consumo critico.

Imparare attraverso i sensi
Legge sul "Dopo di noi": le opinioni dei protagonisti
2 Comments
  1. […] per tablet e smartphone “NOma-luoghi e storie NOmafia”. L’app (leggi l’articolo) propone le storie di alcuni dei protagonisti della lotta alla mafia: Antonino Agostino, Paolo […]

  2. […] nel ruolo di attore protagonista. Attualmente, sta collaborando a “Noma” (leggi l’articolo), un’app per smartphone in cui la voce narrante – quella di Pif – racconta le storie di chi […]

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...