Leila Alaoui

Pubblicato il 20 gennaio 2016

Omaggio a un “obiettivo” spento dai terroristi

Una pessima notizia ha scosso pochi giorni fa il mondo dell’arte: Leila Alaoui, una giovane fotografa 33enne franco-marocchina ferita durante gli attentati di al Qaida a Ouagadougou, in Burkina Faso, è morta.

Era tra le fotografe più famose in Marocco, autrice di molte esposizioni, dagli Usa al Libano. Le sue opere sono esposte in questi giorni al Museo Mohammed VI di Arte moderna e contemporanea di Rabat.

La ricordiamo con uno scatto fatto in Libano, nel novembre 2013, quando la crisi siriana la portò nel Paese per incontrare donne, uomini e storie da raccontare attraverso la sua macchina fotografica.  L’album, intitolato “we are waiting” (siamo in attesa), è presente nella galleria del suo sito ufficiale, che vi invitiamo a visitare.

Il primo fiore sbocciato sullo spazio
Il Taiwan festeggia la sua prima presidente donna

Tags: , , , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...