garante dei diritti per l'infanzia

Pubblicato il 20 gennaio 2016

Milano: Anna Maria Caruso nominata Garante dei Diritti per l’Infanzia

E’ stata nominata pochi giorni fa dal sindaco Giuliano Pisapia come Garante dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza del Comune di Milano, Anna Maria Caruso. L’ambizioso incarico le è stato conferito per la pluriennale esperienza professionale acquisita nell’esercizio delle funzioni di Giudice civile e penale e di Sostituto Procuratore Generale della Repubblica presso il Tribunale di Milano, per la qualificata esperienza maturata nel campo dell’insegnamento universitario nell’ambito del diritto di famiglia e minori, e nell’insegnamento in corsi di alta formazione nelle materie psico-sociali e specifiche dell’area minorile, e per l’esperienza pluriennale come Presidente del Comitato Scientifico del Centro Ausiliario per i problemi Minorili (C.A.M.).
Come dichiara lo stesso sindaco Giuliano Pisapia: «la Garante ci aiuterà a portare avanti, migliorare e potenziare il lavoro che abbiamo avviato fin dall’inizio e che ha portato a iniziative concrete. Penso all’apertura del Museo dei Bambini alla Rotonda della Besana, al riconoscimento del diritto dei più piccoli a giocare nei cortili, nei giardini e nelle aree all’aperto delle abitazioni private e anche ai Consigli di Zona dei ragazzi. E penso soprattutto agli oltre 15mila minori che il Comune segue con i suoi servizi e che da oggi avranno un punto di riferimento in più».

Anna Maria Caruso resterà in carica per 5 anni. Tra i suoi compiti principali vi sarà quello di ricevere i bambini e i ragazzi per raccogliere le loro esigenze, ma soprattutto quello di vigilare sull’applicazione delle norme nazionali e delle convenzioni internazionali, garantendo quattro principi fondamentali: non discriminazione; migliore interesse del minore; diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo; partecipazione e rispetto per l’opinione del minore. Inoltre, il Garante lavorerà a stretto contatto con le scuole, i servizi sociali, il privato sociale e la magistratura a cui potrà segnalare eventuali discriminazioni a danno dei più giovani.

Oxfam: il divario tra poveri e super ricchi
Lavoro femminile: italiane e spagnole ultime in Europa

Tags: , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...