Portale di economia civile e Terzo Settore

Aism: torna la Settimana Nazionale dei Lasciti

2

Torna anche quest’anno la Settimana nazionale dei Lasciti testamentari, l’iniziativa promossa dall’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) su tutto il territorio nazionale per sensibilizzare i cittadini sull’opportunità di fare un lascito solidale.

L’iniziativa, giunta alla sua undicesima edizione, è in programma dal 26 gennaio al 1° febbraio, settimana durante la quale l’Aism, con la collaborazione e il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato, promuove una serie di iniziative sul tema dei lasciti.

Contemporaneamente, i notai saranno gratuitamente a disposizione dei cittadini, per informare, spiegare e approfondire cosa prevede la legge italiana in materia di diritto successorio e per sensibilizzare sull’importanza dei lasciti per realizzare i più importanti progetti di Aism e della sua Fondazione (Fism).

Stando a un’indagine di GFK Eurisko, compiuta su un campione di 1500 individui over 55, realizzata per il comitato Testamento Solidale, nato per diffondere la cultura del lascito testamentario in Italia e promosso da 6 tra le più importanti organizzazioni non profit tra cui anche Aism, infatti, emerge che a fare testamento è solo l’8% degli italiani, quasi 9 milioni di over 55. A donare per una buona causa sono soprattutto le donne, oltre il 60% del totale. L’Italia, inoltre, si conferma come il paese che meglio tutela i diritti degli eredi per tradizione e cultura, ma si piazza tra gli ultimi posti – rispetto agli altri Paesi europei soprattutto del Nord – per il numero dei testamenti redatti. Molto spesso all’origine della scarsa predisposizione a lasciare i propri beni, è anche la mancanza di adeguate informazioni in merito.

Per questa ragione l’Aism da oltre un decennio si fa promotrice della Settimana Nazionale dei Lasciti, che finora ha dato buoni risultati.

«Fare un lascito solidale è un atto di valore e di amore», evidenzia l’associazione sul proprio sito internet, «alla portata di tutti e non costa niente; non è vincolante e non va a toccare i diritti dei propri cari. Tanti, infatti, ancora non sanno che si può lasciare un bene mobile come un piccolo oggetto, una qualsiasi somma di denaro, azioni e titoli d’investimento o un immobile – terreno o un appartamento – di qualsiasi valore, oppure sottoscrivere una polizza vita senza ledere i diritti dei propri cari».

Clicca qui per consultare il calendario degli incontri informativi promossi sul territorio.

Follonica: Fonderia 1, un nuovo centro d'arte contemporanea
CicloVia Francigena: parte la campagna di crowdfunding

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...