Pubblicato il 13 gennaio 2016

Bando “Infanzia, prima”

Scadenza: 15 febbraio 2016.
Il bando, dal titolo completo: “Infanzia, prima. Sostenere partenariati territoriali e progetti innovativi nei servizi di educazione e cura per la prima infanzia“, è stato promosso da Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo e Fondazione con il Sud, con l’accompagnamento scientifico della Fondazione Zancan e in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di PadovaRovigo. Insieme hanno deciso di inaugurare, tramite questo bando, una nuova fase dell’iniziativa Transatlantic Forum on Inclusive EarlyYears – TFIEY in modo da consentire, a partenariati territoriali e progetti esemplari sviluppati in diverse aree italiane, di sperimentare soluzioni innovative di investimento nello zerosei per lo sviluppo dell’educazione e della cura della prima infanzia (da 0 a 6 anni).  Purtroppo in Italia le politiche, i servizi e l’investimento a favore dei bambini della fascia 0-6 anni e delle loro famiglie conoscono da anni condizioni di forte scarsità di risorse economiche, di frammentarietà nella gestione dei servizi, di discontinuità delle offerte, di mancanza di raccordo tra i soggetti coinvolti tant’è che in relazione alla fruizione di servizi per bambini fino a 3 anni, l’Italia è ancora lontana dagli obiettivi europei e dai valori di altri Paesi avanzati. E’ qui che si inserisce l’iniziativa “Infanzia, prima“, con il suo voler mettere a punto servizi e offerte rimodulabili su altri territori, con il suo voler generare meccanismi di partecipazione attiva dei soggetti coinvolti, con il suo voler creare un impatto sociale su bambini e famiglie dei territori interessati effettivamente misurabile e tangibile, con il contribuire a diffondere una cultura su questa fascia di età e su quelle famiglie che vivono situazioni di svantaggio derivante da difficoltà economiche, sociali, di integrazione o connesse alla fragilità del territorio in cui vivono.
Due parole sul Transatlantic Forumè questa un’iniziativa volta a diffondere e stimolare l’investimento nella prima infanzia con un particolare focus sui bambini appartenenti a famiglie in situazione di rischio o in condizione di disagio e povertà che si è sviluppato sia a livello internazionale sia a livello italiano e mira a creare uno spazio libero di discussione, scambio, riflessione tra ricercatori, esperti, operatori, decisori politici sul tema delle politiche per lo sviluppo dell’educazione e della cura della prima infanzia. Dopo 3 anni dalla sua nascita, il TFIEY è diventato in Italia un punto di riferimento per dirigenti di servizi, operatori, accademici, amministratori pubblici che intendono innovare pratiche e politiche rivolte a questa fascia di età della prima infanzia.

SCHEDA
OBIETTIVI
GENERALI
Contribuire a diffondere la cultura dello zerosei, in particolare rivolto ai bambini appartenenti a famiglie in situazioni di svantaggio attraverso la messa a disposizione di risorse che stimolino sperimentazioni innovative su diversi territori italiani e possano diventare esperienze di riferimento.
OBIETTIVI
SPECIFICI
  • Ampliare e qualificare le possibilità di accesso ai servizi di educazione e cura;
  • Incrementare la fruizione dei servizi da parte di bambini della fascia d’età 0-6 anni e delle rispettive famiglie.
BENEFICIARI Partenariati pubblico – privati rappresentativi dei territori di riferimento e composti da almeno tre soggetti pubblici e privati non profit che mettano a disposizione le proprie risorse, infrastrutture e competenze specifiche.
DESTINATARI Bambini della fascia 0-6 anni dei diversi territori interessati dalle sperimentazioni che verranno selezionate nell’ambito del presente bando.
 CARATTERISTICHE
PROGETTUALI
Le proposte da presentare dovranno prevedere alcuni aspetti:
1. Concorso al risultato dei genitori, delle famiglie e di altri soggetti interessati;
2. Adozione di forme di contribuzione alternativa a quella monetaria e/o soluzioni di co-finanziamento comunitario alimentate da una pluralità di fonti.
3. Coinvolgimento di soggetti del territorio interessati a collaborare per ampliare l’offerta educativa.
4. Adozione di un approccio multi-servizio (“hub”) capace di superare la frammentazione e ampliare l’offerta.
5. Introduzione di forme flessibili e adattabili di accoglienza.
I progetti dovranno avere una durata biennale, ed essendo il bando nazionale le idee progettuali potranno provenire da tutta Italia.
 RISORSE Il sostegno ai progetti selezionati avverrà attraverso l’assegnazione di un contributo per la realizzazione delle attività proposte e l’accompagnamento nella progettazione esecutiva e nella realizzazione delle stesse. Il contributo assegnato non potrà essere superiore ai 120.000 euro e potrà concorrere a coprire fino al 70% del costo complessivo del progetto, su di un periodo di 24 mesi.
 PROCEDURE
E
SCADENZA
Le idee progettuali dovranno essere presentate entro e non oltre il 15 febbraio 2016. La presentazione dovrà avvenire compilando il formulario e inviandolo all’indirizzo: bandoinfanziaprima@compagniadisanpaolo.it
 INFORMAZIONI Informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti all’indirizzo e-mail:bandoinfanziaprima@compagniadisanpaolo.it
Si consiglia di leggere attentamente il bando.
Progetto "The Start-up Training"
Bando Edison Pulse 2016

Tags: , ,

Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...