Pubblicato il 23 dicembre 2015

“Con il Sud che partecipa”

Scadenza: 12/02/2016.
Di Fondazione con il Sud abbiamo già parlato in un approfondimento del 1 dicembre 2015 sul tema delle “Eccellenze del no profit italiano” per riparlarne con il bando #La nostra scuola. Ora la stessa fondazione ci propone un’altra interessante iniziativa: “Con il Sud che partecipa” che riprende il tema del volontariato quale attività dotata di un alto valore altruistico capace di generare utilità sociale. Non solo: il volontariato è quel tipo di solidarietà organizzata che si riconosce nella dimensione dell’agire per fini di utilità sociale. Infatti abbiamo esperienze di volontariato che operano a favore di numerosi contesti e tipologie di disagio sociale, oppure a favore di contesti ambientali, o per il recupero di patrimoni culturali, ma ciò che le contraddistingue è l’orientamento solidale dell’azione esercitata “in aiuto” di persone o collettività in condizioni di disagio culturale ambientale e, soprattutto sociale. Si precisa che l’azione è localizzata nelle regioni del Sud (Puglia, Campania, Calabria, Basilicata, Sicilia, Sardegna).

SCHEDA
OBIETTIVI
GENERALI
Promozione di progetti di mobilitazione dell’agire volontario dei cittadini per la realizzazione di opere e attività a elevato impatto sociale.
OBIETTIVI
SPECIFICI
Favorire la diffusione dell’azione volontaria e sollecitare l’impegno dei cittadini nella realizzazione di interventi che abbiano evidente utilità sociale ed effetti
di profonda innovazione.
BENEFICIARI Possono presentare un’idea progettuale in qualità di Soggetto Responsabile, tutte le organizzazioni senza scopo di lucro (Terzo settore e/o del
mondo del volontariato) aventi una delle seguenti forme:
 associazione (riconosciuta o non riconosciuta);
 cooperativa sociale o consorzio di cooperative sociali;
 ente ecclesiastico;
 fondazione;
 impresa sociale.
L’idea progettuale potrà essere presentata anche in collaborazione con altre organizzazioni fortemente radicate sul territorio, che partendo da esperienze di volontariato consolidate, abbiano una forte capacità di mobilitare nuovi volontari.
REQUISITI Il Soggetto Responsabile deve dichiarare attraverso il Modello di Autocertificazione predisposto di:
a) essere stato costituito almeno 2 anni prima della data di pubblicazione della presente iniziativa, in forma di atto pubblico oppure di scrittura privata autenticata o registrata;
b) essere costituito in prevalenza da persone fisiche e/o da associazioni, imprese sociali, cooperative sociali o loro consorzi, enti ecclesiastici e/o fondazioni;
c) avere sede legale e/o operativa in almeno una delle sei regioni di intervento della Fondazione;
d) svolgere attività coerenti con la missione della Fondazione;
e) aver presentato una sola idea progettuale a valere sulla linea di intervento. Nel caso di presentazione di più idee da parte di uno stesso Soggetto Responsabile, queste verranno considerate inammissibili;
f) non avere progetti/programmi in corso finanziati dalla Fondazione, in qualità di Soggetto Proponente/Responsabile.
Oltre al Soggetto Responsabile, la proposta dovrà vedere il coinvolgimento di almeno altre due organizzazioni che potranno appartenere, anche al mondo delle istituzioni, dell’università, della ricerca e al mondo economico.
TEMPISTICHE Le proposte dovranno essere presentate on line, tramite la piattaforma Igrant, in due fasi:
Prima Fase: presentazione delle idee progettuali (dal 23 novembre 2015 fino alle 13:00 del 12 febbraio 2016).
Seconda Fase: sviluppo delle idee progettuali selezionate in progetti esecutivi.
PRIMA FASE Nella prima fase le idee presentate potranno insistere sia su situazioni emergenziali che su problematiche territoriali persistenti. L’idea progettuale dovrà indicare specifici elementi dettati dal testo dell’iniziativa. Inoltre è indicato un elenco di possibili attività che potranno essere previste per la realizzazione dell’idea progettuale. Tale elenco fornirà solo degli esempi ma non va a esaurire la gamma delle possibili opportunità di intervento da supportare.
SECONDA FASE Nella seconda fase le idee progettuali selezionate dovranno essere sviluppate in progetti esecutivi, anche sulla base dell’interlocuzione con gli uffici della Fondazione, laddove verranno specificati gli elementi peculiari dell’idea come il partenariato di progetto; le azioni da realizzare; il piano dei costi; la tipologia di destinatari da coinvolgere; ecc.
 RISORSE Le risorse ammontano complessivamente a 2 milioni di euro con una richiesta di un contributo minimo da parte della Fondazione pari a € 50.000 e una durata complessiva non inferiore a 12 mesi e non superiore a 18 mesi. Il contributo della Fondazione verrà erogato direttamente al Soggetto Responsabile e avverrà in due momenti:
I fase: Non è previsto alcun rimborso per la progettazione dell’Idea Progettuale.
II fase: Le modalità di erogazione del finanziamento verranno comunicate in concomitanza con la presentazione dei progetti esecutivi.
 INFORMAZIONI Per eventuali comunicazioni o chiarimenti in merito a questioni di interesse generale scrivere:
iniziative@fondazioneconilsud.it o contattare telefonicamente 06/6879721 (interno 1) nei seguenti giorni: lunedì, mercoledì, venerdì: dalle 9.00 alle 13.30 e il martedì e giovedì: dalle 14.30 alle 18.00.
Bando e allegati

 

"Reddito di Autonomia" - Regione Lombardia
Corsi di formazione professionale: Operatore in Accoglienza e Operatore Legale

Tags: ,

Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...