Portale di economia civile e Terzo Settore

Toyssimi: i giocattoli ideati e realizzati dai bambini

14

Dare spazio alla creatività, all’inventiva e alla fantasia dei bimbi è l’obiettivo di Toyssimi, un progetto in collaborazione tra la Scuola Tam Tam e il Vespaio, per cui 100 bambini realizzano assieme a 100 designer il giocattolo dei loro sogni.

L’idea nasce nel luglio 2014 da Alessandro Guerriero, Sebastiano Ercoli e Alessandro Garlandini de il Vespaio e Linda Ferrari, ma il successo dell’iniziativa è la capacità di fare rete.

I laboratori progettuali si tengono in un reparto pediatrico di un ospedale, in una casa famiglia, in una scuola, o in qualsiasi luogo dove i bambini in piena libertà e autonomia realizzano giocattoli unici utilizzando materiali di scarto e di riuso.

Ogni designer riempie una valigia di materiali inusuali, come ad esempio corda, fil di ferro, legnetti, o tappi di plastica, e viene poi abbinato a un bimbo con cui forma una coppia creativa. Poi insieme creano un giocattolo. Tutti e cento i modelli prodotti durante i laboratori saranno infine venduti all’asta e il ricavato andrà interamente a un’associazione benefica a favore dei piccoli.

Alla splendida iniziativa fino ad adesso hanno aderito i reparti pediatrici dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini, dell’Ospedale Luigi Sacco e dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi e la Scuola Dadà. Attualmente sono in fase organizzativa laboratori all’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano e presso scuole, librerie e ospedali di altre città italiane, quali Milazzo, Messina, Palermo, Pescara, Padova, Parma e Reggio Emilia. Inoltre, al progetto stanno partecipando anche designer e artisti famosi da tutta Italia.

Il progetto recentemente ha anche ricevuto il premio “Sterminata Bellezza” per la Bellezza dei Gesti, (leggi l’articolo). Si tratta di un gran riconoscimento conferito a iniziative che sappiano cogliere la bellezza del made in Italy.

Apre il LIS - Laboratorio di Innovazione Sociale “Margherita Hack”
La Camera dice sì e aumenta il numero di piste ciclabili

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...