aste di beneficienza su Ebay

Pubblicato il 26 novembre 2015

Ebay: più spazio alle aste di beneficenza

Se volete acquistare un oggetto unico e speciale per sostenere una buona causa da oggi potete farlo con un semplice click andando nella sezione aste di beneficenza di Ebay.

La multinazionale americana di commercio elettronico ha aggiornato il suo canale dedicato. Si tratta di una sezione che dal 2001 a oggi ha contenuto più di 500 associazioni che sono riuscite a raccogliere più di 8.5 milioni di euro.

«La solidarietà è sempre stata un valore importante per Ebay», racconta Iryna Pavlova, responsabile comunicazione di Ebay Italia, «che è una grande community fatta dalle persone e dalle aziende di ogni dimensione. La forza è proprio quella di mettere a contatto le persone con le cause, quindi 159 milioni di acquirenti attivi nel mondo e 4 milioni e mezzo in Italia che ogni giorno possono contribuire con la propria offerta per sostenere diverse associazioni».

Tra le novità più interessanti della pagina dedicata alle aste di beneficenza, infatti, vi è una nuova grafica e nuove funzionalità, un link diretto dall’home page di Ebay, e maggiori informazioni per le associazioni non profit.

La partecipazione delle onlus è totalmente gratuita, la piattaforma Ebay oltre a dare le opportune indicazioni per organizzare l’asta, escluderà dalla fatturazione l’operato dell’associazione sul sito.
Sono parecchie le associazioni che si sono attivate per proporre aste originali e divertenti. Il calendario natalizio delle aste charity, infatti, prevede diverse occasioni per fare beneficenza, come ad esempio “Desideri all’asta”, l’appuntamento con la solidarietà in vista del Natale di Amnesty International che quest’anno giunge alla quindicesima edizione.

Il risparmio si apprende sui banchi di scuola
Da oggi a Bruxelles il Forum europeo della Cultura

Tags: , , , , , ,

Veronica de Meo

Ho lavorato come editing, creative content writer, e dal 2015 sono ritornata a vivere a Pescara dove lavoro con passione alla “Felicità Pubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...