aste di beneficenza on line

Pubblicato il 20 novembre 2015

Foundraising: i successi di Ebay e CharityStars

Boom delle aste di beneficenza online sia per chi, come Ebay, si occupa da oltre un decennio di raccolta fondi sul web, sia per le new entry, come CharityStars.

Si può notare, infatti, che su Ebay dal 2010 al 2014 i fondi raccolti sono cresciuti del 18%.

«Grazie alla partecipazione della nostra community dal 2001 a oggi abbiamo raccolto in Italia 8,5 milioni di euro per oltre 500 associazioni», dichiara Iryna Pavlova, responsabile comunicazione di Ebay Italia.

CharityStars, invece, in soli due anni di attività ha raggiunto quota 2,1 milioni di euro. La giovane startup, nata a Milano, che mette all’asta per beneficenza memorabilia ed esperienze con i personaggi famosi ha aperto anche un ufficio a Londra per ampliarsi sul mercato anglosassone.

«Uno degli aspetti sorprendenti è che sono gli stessi utenti a suggerirci cose o esperienze con personaggi famosi da mettere all’asta», spiega Federico Palazzotto di CharityStars. «E a volte mettono anche il prezzo che sarebbero disposti a pagare. Alcune aste sono quindi ispirate da queste richieste. Dipende, ovviamente, dalla disponibilità del personaggio famoso».

Per quanto riguarda i destinatari dei fondi raccolti per la maggior parte sono onlus e ong. Nel caso di Ebay i fondi raccolti vanno interamente alle associazioni, mentre CharityStars trattiene il 15% visto che il suo unico obiettivo è quello di fare raccolta fondi.

Rifiuti: i giovani promuovono la differenziata
Le opere d'arte diventano in 3D per i non vedenti

Tags: , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...