Portale di economia civile e Terzo Settore

Premio Smart Communities SMAU Milano 2015

9

Tutti conoscono SMAU quale principale fiera italiana dedicata all’Information and Communication Technology, ma pochi ricordano che questa iniziativa nasce a Milano nel 1964 come Salone Macchine e Attrezzature per l’Ufficio. Gran parte dell’innovazione nelle nostre imprese è passata attraverso i padiglioni di SMAU. Oggi, in un mercato in continua trasformazione, SMAU continua a rappresentare un punto di riferimento non solo per ICT e business matching ma anche per l’economia digitale e l’innovazione a 360 gradi. Non è un caso che “startup, acceleratori, incubatori e centri di ricerca trovano ora spazio all’interno degli eventi e dei progetti firmati Smau per permettere alle aziende alla ricerca di idee, progetti e competenze di trovare gli strumenti per innovare e accelerare il proprio business”.

Una testimonianza evidente viene dalla più recente edizione di Smau Milano, tenutasi a Fieramilanocity dal 21 al 23 ottobre scorsi. Tra le molte iniziative vale la pena ricordare:

  • gli Stati Generali dell’Innovazione delle Regioni Italiane, per dare adeguato rilievo e centralità alle diverse regioni sul tema dell’innovazione, sulla strategia di specializzazione e attrazione degli investimenti;
  • il Premio Innovazione Digitale che valorizza i migliori casi di aziende che hanno innovato con successo il proprio business attraverso le tecnologie digitali;
  • il premio Smart Communities, iniziativa nella quale le Smart communities e le esperienze di innovazione sociale vengono presentate come motore di sviluppo del territorio e delle imprese attraverso molteplici casi di successo, distribuiti su tutto il territorio nazionale e caratterizzati dalla contemporanea presenza di tre ingredienti: amministrazioni locali, imprese innovative e start up.

Uno dei finalisti del Premio Smart Communities Smau 2015 è stata Lombardia Informatica per alcune app che si integrano con il Portale Sanità e il Call Center Regionale. Un’ulteriore testimonianza della grande capacità di innovazione della pubblica amministrazione in alcune aree del Paese, orientata a semplificare procedure e migliorare i servizi attraverso l’uso della tecnologia.

Di seguito riportiamo la scheda di presentazione contenuta nel portale SMAU.

Per una consultazione più ampia dei progetti presentati rinviamo al link.

 

L’ENTE

Lombardia Informatica, società di servizi a capitale interamente regionale, svolge un ruolo di “cerniera” tra la domanda della Pubblica Amministrazione, l’offerta del mercato dell’Information & Communication Technology e le Imprese/Cittadini che usufruiscono dei servizi. Uno dei principali settori di intervento di Lombardia Informatica è quello della sanità. I numeri: circa 9.500.000 cittadini; 15 aziende sanitarie locali, 34 aziende ospedaliere pubbliche, circa 150.000 Operatori Socio-Sanitari, più di 2.500 Enti Erogatori Privati Accreditati, oltre 7.200 medici di medicina generale e pediatri di famiglia, circa 2.600 farmacie. Per rispondere a una domanda di servizi sempre più evoluta e alla prevalenza di malattie di tipo cronico-degenerativo che richiedono percorsi di cura continuativi e coinvolgono numerosi operatori e professionisti, anche la visione del percorso assistenziale è cambiata: non è più inteso come un insieme di episodi indipendenti ma come un vero e proprio processo incentrato sulla singola persona.  Per rispondere a questa esigenza si rende necessario costruire “reti”,  sistemi informativi che consentano agli operatori della Socio-Sanità di consultare e condividere le informazioni necessarie alla diagnosi e alla cura dei pazienti. Lo studio delle soluzioni informatiche indirizzate a tale scopo viene denominato e-Health, paradigma innovativo fondato sulla centralità del paziente. Il Sistema Informativo Socio Sanitario è rappresentato dall’insieme delle applicazioni e delle infrastrutture informatiche presenti sul territorio che concorrono all’erogazione dei servizi socio-sanitari all’interno della Regione Lombardia. Il Progetto CRS-SISS, Carta Regionale dei Servizi per il Sistema Informativo Socio Sanitario, nasce alla fine del 1999. Molto più di recente, la Carta è stata adottata a livello nazionale. Gli obiettivi strategici del SISS sono l’Integrazione Enti della Socio Sanità, il Fascicolo Sanitario Elettronico, i Servizi al cittadino, la Dematerializzazione, il Governo del Sistema.

IL PROGETTO

Per facilitare l’accesso ai servizi, Lombardia Informatica sta lavorando a una serie di app, che si integrano con il Portale Sanità e il Call Center Regionale.

SALUTILE Prenotazioni è l’app che consente di prenotare gli appuntamenti per visite specialistiche ed esami sanitari in maniera facile e veloce.
Attualmente è possibile prenotare presso le Aziende Ospedaliere pubbliche di Milano, ma progressivamente sarà possibile prenotare in tutte le province lombarde. L’app è sviluppata per Android e iOS 7.0 (e versioni successive) ed è disponibile gratuitamente: dopo una prima rapida registrazione l’utente potrà utilizzare lo smartphone per prenotare per sé o per i parenti una visita o una prestazione,  semplicemente “fotografando” la ricetta cartacea o digitale, scegliendo il luogo più vicino o più comodo, il tempo di attesa minore, la data e l’orario migliore. Si può poi disdire l’appuntamento, modificarlo, metterlo sulla propria agenda, ricevere via mail tutte le indicazioni pratiche relative all’esame a cui ci si deve sottoporre.

In programma a breve lo sviluppo di nuove applicazioni: SALUTILE Pronto Soccorso, già sviluppata per Expo, per verificare i tempi di attesa nei 106 pronto soccorso regionali, e decidere dove recarsi; SALUTILE Referti, che consente, dopo essersi identificati attraverso il portale, di ricevere in permanenza sullo smartphone i propri referti. E’ nei piani anche una app in ambito veterinario, per ritrovare il cane o il gatto che si è perso ed è stato accolto in un canile, adottare un cucciolo, avere informazioni sui servizi veterinari.

TAGLIACODE, come viene amichevolmente chiamata l’app ASL VARESE PRENOTA ONLINE, consente all’utente di scegliere, fra date e orari liberi, quello più comodo per presentarsi allo sportello della sede dell’ASL scelta. L’appuntamento può essere disdetto o modificato, e di ogni appuntamento si ha conferma via email. L’app integra il servizio fornito anche attraverso il portale e rientra nel Progetto Sanità Self Service, sperimentato per la prima volta in Lombardia presso l’ASL di Varese. Testata a Varese su due distretti, l’app è ora disponibile per prenotare un appuntamento presso uno degli sportelli polifunzionali in qualsiasi distretto dell’ASL varesina, avendo a disposizione uno slot di 30 minuti. Unica formalità richiesta, la registrazione dell’utente al primo utilizzo. Importante segnalare che le prenotazioni possono essere fatte anche per conto di parenti e familiari.  Il servizio è replicabile in tutte le ASL Lombarde che vogliano usufruirne.

I BENEFICI

Con queste applicazioni Lombardia Informatica intende semplificare l’accesso ai servizi sociosanitari, e venire incontro alle esigenze di persone che, magari ripetutamente, si trovano a dover prenotare visite ed esami, per familiari e parenti. Nello sviluppo delle app, è stata considerata prioritaria la facilità di uso, la comodità nell’effettuare tutte le operazioni, la semplicità nella fase di registrazione, che non deve essere ripetuta. Le app possono essere utilizzate in ogni luogo e nei ritagli di tempo, sfruttando le funzionalità del mobile per evitare di trascrivere codici e serie di numeri, di commettere errori, di “dimenticarsi” di disdire un appuntamento: migliorando l’efficienza dei servizi, migliora anche l’uso del tempo e la qualità della vita dei cittadini lombardi.

Cosa c'è di più "collaborativo" della cooperazione?
La strategia europea per la responsabilità sociale delle imprese

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...