Pubblicato il 14 novembre 2015

Dalla Sharing Economy all’Economia Collaborativa: la ricerca di Unipolis

E’ stata presentata a Milano durante la terza edizione di Sharitaly, il festival annuale dedicato all’economia collaborativa, la ricerca “Dalla Sharing Economy all’Economia Collaborativa: l’impatto e le opportunità per il mondo cooperativo”, promossa dalla Fondazione Unipolis in collaborazione con Generazioni Legacoop, realizzata da Agenzia Lama e Social Seed.

Si tratta di un documento che, partendo dal presupposto che vi siano degli elementi comuni tra imprese cooperative e forme di sharing economy, si propone di analizzare le forme emergenti dell’economia collaborativa, per individuare eventuali punti di contatto o di interazione con il mondo delle imprese cooperative ed evidenziare gli ambiti di innovazione e “contaminazione reciproca” che possono emergere per questi due mondi.

Secondo Unipolis, infatti, esistono dei punti di contatto soprattutto a livello di linguaggio e di filosofia di fondo, tra cooperative ed economia collaborativa.

La ricerca di Unipolis nasce con l’obiettivo ultimo di stimolare una riflessione tra le cooperative, per suggerire una nuova lettura dei fenomeni contemporanei ed evidenziare le possibilità concrete che emergono di fare innovazione cooperativa “ispirata” all’economia collaborativa.
Allo stesso tempo, ribaltando la prospettiva, si propone una riflessione sul ruolo che i principi e i modelli cooperativi possono giocare nella proposizione di modelli di economia collaborativa democratici, realmente orizzontali, basati sulla partecipazione, la centralità della persona e l’attenzione agli impatti sociali, superando quelle che sono attualmente alcune delle principali criticità dell’economia collaborativa.

Scarica il testo integrale della ricerca.

Ddl contro il caporalato: la soddisfazione delle associazioni
Diminuiscono le adozioni internazionali

Tags: , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...