campagna contro il gioco d'azzardo

Pubblicato il 10 novembre 2015

Trenitalia in prima fila contro il gioco d’azzardo

“Mettiamo in gioco”: è questo il nome della campagna con la quale Trenitalia, sotto la supervisione del responsabile di progetto don Armando Zappolini, dichiara guerra al gioco d’azzardo.

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di sensibilizzare le persone affette da ludopatia, ma anche i loro familiari e amici, ai rischi di questa tremenda piaga sociale in grado di mandare letteralmente sul lastrico molta famiglie italiane.

Per contribuire alla diffusione di questo messaggio, fino al 15 novembre, a bordo delle Frecce Trenitalia e sui monitor di Grandi Stazioni e Centostazioni verrà trasmesso lo spot della campagna, così come del materiale informativo verrà distribuito negli Help Center di FS Italiane. Uno speciale di due pagine sarà inoltre dedicato alla campagna, dal magazine La Freccia.

Al centro della campagna, il cui slogan è “Più giochi, più perdi. (È matematico!)”, l’illusorietà dei messaggi di promozione del gioco d’azzardo, e in particolare di quelli che promettono vincite facili.

«Questa campagna è un segnale su un cambio di indirizzo e di svolta», racconta don Armando Zappolini, portavoce della campagna. «Ma bisogna ridisegnare tutto il sistema: ci sono esigenze di entrate fiscali pari a circa 8 miliardi l’anno e c’è un sistema industriale nazionale alle spalle ma anche persone che sono in grande difficoltà a causa del gioco e l’aspetto del contrasto alle mafie. Il percorso nuovo, per questo, deve essere seguito dal Governo e dalla politica che ha bisogno di nuova credibilità».

Papa Francesco a Prato parla di lavoro e dignità
"Abito": la sharing economy arriva nei condomini

Tags: , , , , ,

Veronica de Meo

Ho lavorato come editing, creative content writer, e dal 2015 sono ritornata a vivere a Pescara dove lavoro con passione alla “Felicità Pubblica”.

1 risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...