"Un pacco di pasta può fare la differenza" è lo slogan di #SaveRummo

Pubblicato il 21 ottobre 2015

Benevento: Gara di solidarietà per salvare un pastificio storico

“Un pacco di pasta può fare la differenza” è lo slogan di #SaveRummo, la campagna social lanciata su Facebook e Twitter per sostenere lo storico Pastificio Rummo di Benevento colpito dall’alluvione.

La notte tra il 14 e il 15 ottobre il Pastificio Rummo di Benevento, che produce pasta da oltre 160 anni, è stato duramente colpito dal nubifragio che si è abbattuto sul beneventano. Tutta la struttura produttiva è stata invasa da acqua e fango, materie prime, macchinari e quintali di prodotti sono andati distrutti creando un’enorme difficoltà per l’azienda.

Nel giro di poche ore c’è stata una grande mobilitazione spontanea per aiutare l’azienda e i suoi lavoratori ed è partita una vera e propria campagna di solidarietà. L’invito è a condividere l’hashtag #SaveRummo, su Facebook e su Twitter, e ad acquistare pacchi di pasta del marchio.

A manifestare il loro sostegno anche alcuni personaggi noti come ad esempio Federico Francesco Ferrero, vincitore della terza edizione di Masterchef, che ha lanciato una petizione su Change.org. per coinvolgere le mense di tutte le scuole italiane.

«In questi ultimi due anni ho girato le scuole d’Italia per parlare di gusto», scrive lo chef, «mi piacerebbe che per i prossimi due mesi le mense di tutte le scuole italiane si impegnassero a utilizzare la pasta Rummo per la preparazione dei primi piatti, sostituendola per il momento a quella che utilizzano attualmente. Con un’azione del genere potremmo dare un grande aiuto al pastificio e allo stesso tempo nutrire i nostri bambini con un alimento sano e gustoso».

Organizzazioni di Volontariato: ecco i dati di CSVnet
Il crowdfunding sbarca nel Mezzogiorno con Meridonare

Tags: , , , , , , , ,

Veronica de Meo

Ho lavorato come editing, creative content writer, e dal 2015 sono ritornata a vivere a Pescara dove lavoro con passione alla “Felicità Pubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...