Pubblicato il 15 ottobre 2015

Misure per l’Autoimprenditorialità

Il 20 settembre 2015 è entrato in vigore il D.M. n. 140 del 8 luglio 2015 che stabilisce la concessione di agevolazioni  pari a 50 milioni di euro a sostegno di nuova imprenditorialità sul territorio nazionale per la creazione di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile. La gestione tecnica e amministrativa relativa alla istruttoria delle domane oltre che la concessione/erogazione di tali agevolazioni è in capo ad Invitalia (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa). Obiettivo principale: dare una scossa all’economia nazionale promuovendo l’imprenditorialità femminile e giovanile nelle aree depresse, urbane e rurali, con particolare attenzione allo sviluppo di reti di cittadinanza attiva. Dal 13 gennaio 2016 è possibile partecipare inviando per via elettronica le domande di partecipazione tramite il sito web di Invitalia.

SCHEDA SINTETICA
OBIETTIVI Concessione di agevolazioni volte a sostenere nuova imprenditorialità attraverso la creazione di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile e a sostenerne l’accesso al credito.

SOGGETTO

GESTORE

L’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa –  INVITALIA –  avrà la gestione tecnica e amministrativa relativa alla istruttoria delle domande e la concessione/erogazione delle agevolazioni

RISORSE

FINANZIARIE

Le risorse finanziarie a disposizione sono pari a 50 milioni di euro.La concessione è disposta a valere sulle disponibilità del Fondo Rotativo e potranno essere incrementate da ulteriori risorse derivanti dalla programmazione nazionale e comunitaria con l’aggiunta di risorse regionali attraverso la stipula di apposite intese tra il Ministero e la Regione interessata.
BENEFICIARI        IMPRESE di micro e piccole dimensioni 

  • costituite in forma societaria ivi incluse le società cooperative;
  • con compagine societaria composta per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra 18 e 35 anni o da donne;
  • costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda.

Per accedere alle agevolazioni le imprese dovranno dimostrare il possesso dei su citati requisiti alla data di presentazione della domanda. Le agevolazioni potranno essere richieste anche dalle persone fisiche non ancora costituite in forma societaria.

INIZIATIVE

AMMISSIBILI

Sono ammissibili iniziative che prevedono spese non superiori a 1.500.000,00 da realizzare in tutto il territorio nazionale e relativi a:

  • produzione di beni nel settore industria, artigianato, trasformazione prodotti agricoli;
  • fornitura servizi alle imprese e alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo;
  • attività riconducibili a più settori come la filiera turistico culturale e l’innovazione sociale di particolare rilevanza per l’imprenditoria giovanile.

Si precisa che i programmi di investimento dovranno essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione e ultimati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento agevolato.

SPESE

AMMISSIBILI

Spese necessarie alle finalità del programma di investimento come l’acquisto di beni materiali e immateriali quali:

  • suolo aziendale
  • fabbricati, opere edili/murarie comprese le ristrutturazioni
  • macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica
  • programmi informatici
  • brevetti, licenze e marchi
  • formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario
  • consulenze specialistiche.

AGEVOLAZIONI

CONCEDIBILI

Agevolazioni  in “de minimis” ( Regolamento n.1407/2013) nella forma di mutui agevolati a tasso zero, per investimenti non superiori a  1,5 milioni di euro (per singola impresa) della durata max di 8 anni e importo non superiore al 75% della spesa ammissibile. Il finanziamento sarà restituito senza interessi con un piano di ammortamento a rate semestrali posticipate scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno a decorrere dalla prima delle precitate date successiva a quella di erogazione dell’ultima quota a saldo del finanziamento.  L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria con un contributo pari al 25% delle spese con risorse proprie o mediante finanziamento esterno.
PROCEDURE Le agevolazioni sono concesse con procedimento a sportello.  Con circolare direttoriale 9 ottobre 2015 n. 75445 sono stati definiti i termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione che potranno essere inoltrate, esclusivamente per via elettronica, ad Invitalia a partire dal 13 gennaio 2016.
INFORMAZIONI Per ulteriori dettagli e informazioni consultare: http://www.mise.gov.it/index.php/it/per-i-media/comunicati-stampa/2033436-nuova-imprenditorialita-mise-pronti-50-milioni-per-giovani-e-donne

www.invitalia.it

 

 

Master in Management delle Imprese Sociali, Non Profit e Cooperative
12 città in corsa per diventare Capitale Europea del Volontariato
Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

1 risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...