Pubblicato il 14 ottobre 2015

12 città in corsa per diventare Capitale Europea del Volontariato

Sono 12 le città europee che concorreranno al titolo di Capitale europea del Volontariato per gli anni 2016-2017. Si tratta delle italiane Cagliari, Lucca, Roma, Varese e Viterbo, insieme alle città straniere Belfast (Irlanda del Nord), Bruges (Belgio), Cascais (Portogallo), Londra (Inghilterra), Edimburgo (Scozia), Perm (Russia), Sligo (Irlanda).

Dopo la vittoria di Barcellona nel 2014 e Lisbona nel 2015, nei giorni scorsi a Bruxelles sono state ufficializzate le candidature per la prossima edizione dell’iniziativa promossa per il terzo anni dal CEV, European Volunteer Centre.  

L’obiettivo è quello di premiare la città europea che maggiormente si è distinta per la promozione del volontariato in stretta connessione con il proprio centro locale per il volontariato e secondo le indicazioni contenute nel PAVE – il documento europeo per il volontariato. In particolare la commissione valutatrice prenderà in considerazione la qualità del volontariato locale, il riconoscimento e la valorizzazione del volontariato da parte dell’amministrazione e la creazione di un ambiente facilitante. Aspetti quali la formazione dei volontari, l’esistenza di premi e riconoscimenti, le agevolazioni economiche e finanziarie, le buone prassi d’eccellenza saranno elementi di valutazione da parte della commissione.

Per maggiori informazioni leggi il nostro approfondimento sull’iniziativa.

Termosifoni: un vademecum per ridurre gli sprechi
Dalla Tunisia a Milano: ecco il progetto Titan

Tags: , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...