Pubblicato il 6 ottobre 2015

Oscar Green 2015: i 4 vincitori abruzzesi

Sono 4 gli imprenditori abruzzesi che nei giorni scorsi sono stati insigniti del premio Oscar Green 2015, il concorso sull’innovazione promosso da Coldiretti Giovani Impresa. I vincitori, tutti abruzzesi under 40, sono stati premiati durante una cerimonia svoltasi nella Camera di Commercio di Chieti.

A cominciare da Riccardo Gentile, 39 anni, titolare dell’azienda vitivinicola Gentile Vini di Ofena (L’Aquila), vincitore della categoria We Green, per essere l’esempio di come si possa innovare partendo dal più tradizionale dei prodotti: il vino. L’imprenditore ha avviato un progetto, nell’ambito della moda di lusso e attraverso la collaborazione con un’azienda tessile, che consiste nel trattare e tingere le pelli con prodotti naturali.

C’è poi Sara Di Martile, vincitrice della Categoria Impresa 2.Terra, che collabora attivamente nell’azienda di famiglia Golden Rose di Pianella (Pescara), uno dei pochi birrifici agricoli abruzzesi, che è diventato a tutti gli effetti un innovativo “agripub” che si caratterizza per “wurstel e birra rigorosamente made in Italy” e una prelibata gelatina di birra da abbinare sia sui formaggi che sui gelati, oltre che sulle carni e sui dolci in genere.

Premio anche a Gianluca Delle Monache, 25 anni, titolare dell’azienda agricola Allium di Penne (Pescara) e vincitore della Categoria Fare rete grazie all’idea, sviluppata con alcuni amici, di attivare un e-commerce per vendere all’esterno aglio rosso e bianco abruzzese. Allium sta inoltre portando avanti, con la bottega Italian farmers dell’aeroporto di Pescara, un ponte internazionale con il punto vendita di Campagna Amica di Londra per portare in Inghilterra le eccellenze regionali.

Infine il premio per la categoria “Campagna amica” è andato a Sergio Carosella, 32 anni, di Chieti, che è riuscito a coniugare la passione per l’informatica con quella per l’agricoltura inaugurando il sito allevaunmaiale.it in cui offre la possibilità di scegliere un suino appena nato, allevarlo virtualmente seguendone la crescita in tempo reale attraverso apposite web cam – come in una sorta di grande fratello – e riceverne a domicilio le carni suddivise e impacchettate pronte per la dispensa.

Barletta: un progetto per malati di Alzhemeir e familiari
OMS: il futuro appartiene agli anziani

Tags: , , , , , , , , ,

Info

Redazione

Felicità Pubblica è un portale che si occupa di economia civile a 360 gradi e che consente di essere sempre aggiornati, approfondire una serie di tematiche di settore e cogliere le migliori opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...