anziani

Pubblicato il 5 ottobre 2015

OMS: il futuro appartiene agli anziani

La popolazione mondiale over 60 raddoppierà entro il 2050, passando dai 900 milioni a quasi 2 miliardi, e supererà il numero dei bambini di età inferiore a 5 anni entro il 2020. E’ quanto emerge dal Nuovo Rapporto sull’Invecchiamento e la Salute lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Secondo il Rapporto dell’OMS, la popolazione aumenta a ritmi sempre più veloci: la maggior parte delle persone arrivano e superano i 60 anni, mentre 125 milioni di persone nel mondo raggiungono gli 80; entro il 2050 la maggior parte di questi, 120 milioni, vivranno in Cina, mentre 434 milioni nel resto mondo.

«Oggi, la maggior parte delle persone, anche nei paesi più poveri, vivono sempre più a lungo», come spiega Flavia Bustreo, vice direttore generale Salute delle Donne e dei Bambini presso l’OMS, «ma questo non è sufficiente. Dobbiamo garantire che la terza età sia vissuta in salute, consentendo l’accesso alle cure anche a chi vive in condizioni svantaggiate e continuare a lavorare insieme ai Paesi per aumentare la qualità della vita delle persone anziane. Il raggiungimento di questo obiettivo non sarà solo un bene per le persone anziane, ma sarà un bene per la società nel suo complesso».

Da questi dati emerge che l’Italia, grazie a fattori come l’accessibilità universale e l’alto livello del sistema sanitario tra cui anche i risultati raggiunti nella salute materno-infantile, è al secondo posto per popolazione più anziana al mondo: il 21,4% dei cittadini è over65 e il 6,4% è over80, seconda solo al Giappone, e medaglia d’oro d’Europa seguita da Germania e Portogallo.

Oscar Green 2015: i 4 vincitori abruzzesi
Ecco i vincitori del Premio Nobel per la Medicina 2015

Tags: , , , , ,

Veronica de Meo

Ho lavorato come editing, creative content writer, e dal 2015 sono ritornata a vivere a Pescara dove lavoro con passione alla “Felicità Pubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...