Pubblicato il 30 settembre 2015

“Daily mile”: la corsetta quotidiana dei bimbi scozzesi

I vantaggi dell’attività fisica sulla salute dell’uomo sono innegabili, ma quanto è importante per i bambini correre o camminare al fine della concentrazione? A quanto pare molto, almeno stando al progetto avviato nella scuola elementare St. Ninians di Stirling, in Scozia, dove i bambini sono “obbligati” a fare movimento quotidianamente per combattere ansia, noia e demotivazione allo studio.

L’iniziativa, avviata tre anni fa in fase sperimentale, porta il nome “daily mile” (miglio quotidiano) e funziona in maniera molto semplice: appena gli alunni della scuola scozzese sentono il particolare richiamo del progetto, devono abbandonare libri, matite e banchi per cominciare a fare dei giri di corsa su un percorso prestabilito attorno all’edificio. Fino, appunto, ad avere raggiunto la distanza di un miglio, ovvero un chilometro e seicento metri. L’orario varia da classe a classe, ma la distanza è sempre la stessa.

A fermare i bambini che corrono è solo la neve, il ghiaccio o il diluvio, mentre il freddo o il caldo non sono valide motivazioni per rinunciare al loro miglio quotidiano. Un’abitudine sana che sta migliorando il benessere e il rendimento scolastico dei bambini dell’istituto scozzese, aumentando la concentrazione e riducendo la noia. Basta evidenziare tra l’altro che se in Gran Bretagna un bambino su 10 è obeso, nella scuola St. Ninias nessuno lo è. E’ per questo che il “daily mile” si sta trasformando in una buona prassi e sono decine le scuole di tutto il Regno Unito che stanno adottando questa stessa iniziativa, iniziando in alcuni casi addirittura dall’asilo.

Questa settimana, inoltre, sarà avviato uno studio comparato per stabilire scientificamente i vantaggi della breve corsetta quotidiana. C’è chi suggerisce di introdurla a livello nazionale nei programmi ufficiali del Ministero dell’Istruzione britannico, mentre il Ministero della Sanità potrebbe suggerire un esercizio analogo per tutte le età.

Studente americano realizza il sogno di una madre disabile
Libera: studenti alla scoperta dei diritti dei detenuti

Tags: , , , , , , ,

Antonella Luccitti

Giornalista e direttore responsabile del portale "Felicità Pubblica". Amo la scrittura, il cinema e i viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...