Pubblicato il 29 settembre 2015

Banksy sorprende ancora: Dismaland ospiterà i profughi

Un fotomontaggio che ritrae il parco degli orrori circondato da tende e una scritta: “Coming soon… Dismaland Calais”.

Così l’artista Banksy, ideatore del parco artistico provocatorio Dismaland, nelle vicinanze di Bristol (Regno Unito), ha annunciato l’idea di destinare ai profughi del campo Jungle tutta una serie di strutture, infissi e materiali che a breve verranno trasferite nella città francese Calais. Dopo 5 settimane di tutto esaurito il parco giochi dedicato agli adulti, all’interno del quale Banksy ha ricostruito in maniera decadente e tetra una serie di attrazioni dell’originale Disneyland, ha ormai chiuso definitivamente i battenti, nonostante le migliaia di richieste di proroga da parte di aspiranti visitatori. Ancora nulla di dettagliato è emerso in merito all’iniziativa che per ora resta avvolta da un alone di mistero.

Solo un’immagine con il castello di Cenerentola circondato da tende e una breve didascalia presente sul sito ha annunciato l’intenzione dell’artista e writer inglese. “Tutto il legno e gli infissi di Dismaland saranno inviati al campo rifugiati Jungle vicino Calais, per costruire rifugi”, si legge sul sito di Dismaland, dove non manca un’ultima provocazione: “Nessun biglietto sarà disponibile online”.

Equity crowdfunding: la prima agenzia di rating nel Regno Unito
Cyberbullismo: una task force per combatterlo

Tags: , , , , , ,

Antonella Luccitti

Giornalista e direttore responsabile del portale "Felicità Pubblica". Amo la scrittura, il cinema e i viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...