Pubblicato il 28 settembre 2015

Addio a Pietro Ingrao, leader storico della sinistra italiana e uno dei padri della Repubblica

A 100 anni è morto Pietro Ingrao, leader storico della sinistra, voce critica del Pci, presidente della Camera durante gli anni di piombo. La sua scomparsa ha suscitato una forte emozione nella sinistra italiana e in tutto il mondo politico italiano.

Ingrao è stato uno dei padri della Repubblica e un indiscusso protagonista del `900. Ingrao iniziata la sua attività anti-fascista nel 1939, aderisce al Partito Comunista Italiano nel 1940 e partecipa attivamente alla Resistenza partigiana. Al termine della seconda guerra mondiale diventa il riferimento di un’area all’interno del Pci schierata su posizioni marxiste creative, molto attente ai movimenti della società. Rappresenta quindi «l’ala sinistra» del partito. Deputato dal 1950 e direttore del quotidiano l’Unità dal 1947 al 1957, Ingrao è il primo comunista a presiedere la Camera dei deputati dal 1976 al 1979. Grande protagonista della storia politica del nostro paese, in «Volevo la luna» (pubblicata nel 2007), Ingrao ha affidato le sue riflessioni sui grandi temi del nostro tempo, ossia la pace, la democrazia, il razzismo, le lotte operaie.

A Burano bodypainting tra le case colorate
I fratelli che fanno divertire i cani randagi

Tags: , , , , ,

Antonella Luccitti

Giornalista e direttore responsabile del portale "Felicità Pubblica". Amo la scrittura, il cinema e i viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...