Portale di economia civile e Terzo Settore

GreenApes: l’app che premia le azioni ecosostenibili

26

Vivere “green”: è questa la missione che lega gli utenti del nuovo social network “GreenApes”, un’iniziativa nata a Firenze per opera di un team di esperti e dell’omonima società di servizi informatici toscana che ha ottenuto numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Sviluppo Sostenibile 2014. Si tratta di una app dedicata proprio all’ecosostenibilità che, dopo 3 anni di sperimentazione e oltre 44 mila azioni condivise, è stata lanciata ieri nel capoluogo toscano e che verrà presentata a ottobre ad Essen, in Germania.

Il progetto, co-finanziato dall’Unione Europea e avallato dal Comune di Firenze e da università e centri di ricerca internazionali, è accesibile attraverso app iOS e Android.

Caratteristica dell’app è quella di premiare sistematicamente i cittadini per uno stile di vita consapevole, facendo guadagnare dei punti che potranno essere convertiti in omaggi, sconti e offerte presso una rete di attività commerciali e organizzazioni aderenti al progetto (tutte legate al settore della sostenibilità).

Ogni utente, una volta effettuato l’accesso, si trasforma in una scimmia (ape) e deve accumulare noci di cocco compiendo e condividendo azioni green, come andare in bici, mangiare prodotti biologici, comprare oggetti di seconda mano, risparmiare energia, portare alle stazioni di riciclaggio i rifiuti speciali. Gli utenti possono poi ottenere punteggi aggiuntivi raccontando la propria azione attraverso dei post che ispirino la community, che potranno mostrare il proprio apprezzamento attraverso dei like, proprio come nei principali social network.

Lo scopo è quello di creare una comunità internazionale, interessata alle sorti del pianeta, per ispirare e sentirsi ispirati dai piccoli gesti e dalle idee creative che gli utenti condividono; uno strumento per migliorarsi divertendosi e socializzando che si basa sulla gratificazione dei cittadini “green”.

«Firenze sarà la prima città a premiare i cittadini sostenibili», spiega il cofondatore della startup Gregory Eve, ideatore di greenApes insieme a Renato Orsato, professore brasiliano in Strategie per la Sostenibilità, Francesco Zingales, ingegnere chimico e consulente in strategie aziendali e Develer srl, società di servizi informatici. «Molte le realtà che stanno entrando a far parte della rete, dall’Assessorato allo Sport del Comune di Firenze, che metterà a disposizione ingressi nelle piscine comunali, all’azienda di trasporti fiorentina ATAF, con cui collaboriamo per premiare l’utilizzo del trasporto. Stiamo anche definendo con la Quadrifoglio Spa degli incentivi per i cittadini che porteranno i propri rifiuti speciali alle isole ecologiche. Finora abbiamo ricompensato le azioni basandoci sul racconto fatto da coloro che le hanno compiute sui social media, ora stiamo anche lavorando sui meccanismi che consentano di verificare l’autenticità di tali comportamenti, quali car sharing, check-in sui mezzi pubblici e così via. A questi programmi di monitoraggio sarà possibile aderire in maniera facoltativa e su base volontaria. Presto greenApes sbarcherà anche in altre città italiane».

GreenApes verrà presentata anche al salone della CSR e dell’innovazione sociale di Milano il prossimo 6 e 7 Ottobre.

Aliqual: 80 scatti per non dimenticare il sisma aquilano
Piñatex: l'innovativo tessuto ricavato dall'ananas

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...