prevenzione al disagio giovanile

Pubblicato il 22 settembre 2015

Avviso pubblico “Prevenzione e contrasto al disagio giovanile”

Il 18 marzo 2015 tra Dipartimento della Gioventù e Dipartimento delle Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato siglato un Protocollo d’Intesa per promuovere la prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti e psicotrope nel mondo giovanile. A tal proposito è stato emesso questo avviso pubblico che promuove un piano di azioni in specifici ambiti di intervento quali: la prevenzione e il contrasto all’esclusione sociale dei giovani e all’incidentalità stradale causata dall’uso di alcol-droga correlati; la sensibilizzazione dei minori su un uso responsabile del web, evitando il reperimento di sostanze psicoattive. L’avviso è indirizzato a enti e organizzazioni del Terzo settore, singoli o associati in ATS (Associazione Temporanea di Scopo).

 SCHEDA SINTETICA
OBIETTIVI

E

AMBITI

Promozione della prevenzione dell’uso di sostanze psicotrope e stupefacenti con una particolare attenzione alla ricostruzione di un tessuto sociale inclusivo, in grado di sviluppare i fattori di benessere individuali come la coesione e la crescita culturale e partecipativa dei giovani. Gli ambiti di azione sono:

Ambito I – prevenzione e contrasto all’esclusione sociale dei giovani;

Ambito II – prevenzione e contrasto all’incidentalità stradale causata dall’uso di alcol-droga correlati;

Ambito III – sensibilizzazione dei minori su un uso responsabile del web, evitando il reperimento di sostanze psicoattive.

 DESTINATARI
  • giovani di età compresa tra i 14 e i 28 anni per l’ambito I;
  • giovani di età compresa tra i 14 e i 35 anni per l’ambito II;
  • minori di età compresa tra gli 11 e i 18 anni per l’ambito III.

Si precisa che nella proposta progettuale devono essere specificati distintamente i beneficiari indiretti, ossia coloro che saranno influenzati dallo svolgimento delle azioni.

 SOGGETTI PROPONENTI Enti e Organizzazioni del Terzo settore, singoli o associati in ATS (Associazione Temporanea di Scopo). In caso di ATS bisogna identificare il Soggetto Capofila. Si ricorda che ogni soggetto proponente, sia in qualità di singolo che in ATS, potrà presentare una sola proposta progettuale e/o partecipare a un solo progetto pena l’inammissibilità della domanda.
 RISORSE

Le risorse ammontano a 8.500.000 euro e gravano:

  • € 1.000.000 sul capitolo 853 “Fondo per le Politiche giovanili”;
  • € 2.500.000 sul capitolo 772 “Fondo per l’incidentalità notturna”;
  • € 5.000.000 sul capitolo 786 “Spese per interventi, programmi e progetti finalizzati alla prevenzione e al recupero delle tossicodipendenze”.

La richiesta di finanziamento pubblico per ciascun progetto presentato non può essere inferiore a 50.000 euro e superiore a 100.000 euro

 PROCEDURE  La presentazione dei progetti avviene mediante una procedura informatizzata che prevede due fasi successive a partire dal 21 settembre 2015 (V. Bando). La PEC di trasmissione della domanda, della ricevuta e degli altri allegati A1, A2 (solo per ATS), deve pervenire entro il termine del 16 novembre 2015, ore 18,00, a pena di irricevibilità.
 INFORMAZIONI Per ulteriori informazioni consultare il sito:

http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it/sx/avvisi-e-bandi/avvisi-e-bandi-dipartimentali/politiche-giovanili/avvisodisagiogiovanile.aspx

Fino al 25 ottobre eventuali quesiti (FAQ) potranno essere inviati a:

dgioventuescn@pec.governo.it

direzionedpa@pec.governo.it

 

Corso “La progettazione sociale. Elementi di base”
Bando VP/2015/011 - EaSI - Asse Progress: "Innovazione della politica sociale a sostegno delle riforme dei servizi sociali" - Proroga scadenza 3 dicembre 2015

Tags: , , , , , , ,

Maria Pia Rana

Responsabile delle sezioni: Avvisi e Bandi e Offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...