WeWorld

Pubblicato il 14 settembre 2015

WeWorld: un flash mob per gli studenti

“La scuola fa crescere i sogni”: è il messaggio del Flash Mob partito da Milano per augurare agli studenti un buon primo giorno di scuola

Il flash mob è stato organizzato dalla Ong WeWorld, che tutela i diritti dei bambini di tutto il mondo, in occasione dell’inizio dell’anno scolastico in cinque città italiane – Milano, Torino, Napoli, Palermo e Roma – per ricordare ai ragazzi e ai genitori l’importanza dell’educazione.

«L’educazione è sempre stato un tema per noi prioritario», racconta Marco Chiesara, presidente di WeWorld. «Dobbiamo dare ai nostri ragazzi una scuola che possa offrire loro più opportunità per il futuro e infondere negli studenti la consapevolezza dell’importanza dell’istruzione come strumento indispensabile per realizzare i propri sogni. Per questo abbiamo scelto un giorno simbolico per portare il nostro messaggio, un augurio di buon inizio che speriamo possa accompagnarli durante tutto l’anno scolastico».

L’originale iniziativa è stata l’occasione per far conoscere l’attività di Frequenza200, il network nazionale di WeWorld per contrastare l’abbandono scolastico. Un progetto che ha come obiettivo la valorizzazione della relazione tra la scuola e il territorio. Frequenza200, infatti, vede il coinvolgimento di insegnanti, dirigenti scolastici, ragazzi, famiglie e operatori sociali in attività educative.

Nelle diverse città in cui WeWorld è presente, centri diurni attivi 5 pomeriggi la settimana ospitano i ragazzi che sono seguiti dal personale specializzato che attraverso il gioco e laboratori tematici riavvicina ai banchi di scuola anche i bambini più a rischio di abbandono scolastico.

Meet smart cities: i Comuni alla ricerca di idee innovative
Lazio: la Regione finanzia 170 progetti "green"

Tags: , , ,

Veronica de Meo

Ho lavorato come editing, creative content writer, e dal 2015 sono ritornata a vivere a Pescara dove lavoro con passione alla “Felicità Pubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...