Pubblicato il 14 settembre 2015

Studenti italiani tristi per il suono della campanella

Ritorno sui banchi di scuola? Gli studenti italiani sono i meno felici della riapertura della scuola. E’ quanto emerge da uno studio condotto da Skuola.net sui dati Pisa e AlmaDiploma che piazza i ragazzi del Belpaese al 54esimo per grado di felicità.

All’origine del malcontento degli alunni italiani ci sarebbe, innanzitutto, una scarsa considerazione dei professori, che per 2 studenti su 7 non sanno spiegare. Il 28% li giudica poco chiari nell’esporre la lezione e altrettanti anche poco disponibili al dialogo. C’è poi un 1 teenager su 5 che li etichetta come “incompetenti” e per il 37% hanno persino scarse capacità di valutazione. Tra le ragioni per cui gli italiani non amano la scuola anche l’inadeguatezza delle aule, messa in luce dal 50% degli intervistati, l’insoddisfacente operato dei rappresentanti studenteschi (44%), la scarsa offerta extrascolastica (46%) e l’inadeguata dotazione tecnologica (45%).

A generare insoddisfazione e disagio, in molti casi, anche un cattivo rapporto con i compagni. Uno studente su 3 lamenta, infatti, di essere stato vittima di bullismo o cyberbullismo almeno una volta.

La classifica piazza, invece, al primo posto gli studenti indonesiani che sembrano decisamente i più felici di svegliarsi per andare a scuola. Più contenti di tornare sui banchi anche gli studenti di Serbia, Montenegro, Vietnam e Kazakistan, mentre in fondo alla classifica trovano spazio Qatar, Grecia, Russia, Polonia, Lettonia, Finlandia, Estonia, Slovenia, Repubblica Ceca e Corea (ultimo posto).

 

 

Ue: stanziati 440 milioni di euro per sostenere i Paesi del Sud
Fondazione Carispezia: finanziati 14 progetti

Tags: , , , , , ,

Antonella Luccitti

Giornalista e direttore responsabile del portale "Felicità Pubblica". Amo la scrittura, il cinema e i viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...