Pubblicato il 13 settembre 2015

Una storia di emigrazione trionfa al Premio Campiello

Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato ieri a Marzo Balzano per il suo libro “L’ultimo arrivato”. Lo scrittore milanese, insegnante di liceo, ha ottenuto 107 voti sui 282 giunti dalla giuria popolare dei 300 lettori anonimi. Il libro racconta la storia di Ninetto, detto pelleossa, un piccolo emigrante meridionale che, negli anni Cinquanta, si trasferisce dalla Sicilia a Milano in cerca di un futuro migliore.  A spostarsi dal Meridione al Nord in cerca di lavoro non erano, a quei tempi, solo uomini e donne pronti all’esperienza e alla vita, ma anche bambini a volte più piccoli di dieci anni che mai si erano allontanati da casa. Il fenomeno dell’emigrazione infantile coinvolgeva migliaia di ragazzini italiani.

Fondazione Carispezia: finanziati 14 progetti
Oggi le dolomiti abbracciano i diritti umani

Tags: , , ,

Antonella Luccitti

Giornalista e direttore responsabile del portale "Felicità Pubblica". Amo la scrittura, il cinema e i viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...