"Nessuno è perfetto" campagna di sensibilizzazione della Pro Infirmis

Pubblicato il 31 agosto 2015

Manichini e modelli disabili contro la discriminazione nella moda

La provocatoria campagna dell’associazione Pro Infirmis conquista il web e approda sulle passerelle di New York

“Nessuno è perfetto. Avvicinatevi”: è questo lo slogan della campagna di sensibilizzazione lanciata da Pro Infirmis, la più grande associazione svizzera impegnata nella tutela dei diritti dei disabili.

L’associazione ha realizzato un video emozionante in cui, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, rispondeva alla domanda provocatoria: “Perché, chi è perfetto?”.

L’idea è nata con lo scopo di promuovere la solidarietà tra disabili e normabili. La Pro Infirmis da sempre, infatti, è impegnata per garantire alle persone disabili la possibilità di partecipare pienamente alla vita sociale e per contrastare le derive discriminatorie ed emarginanti che le penalizzano.

«Non per niente lo slogan della campagna è “Nessuno è perfetto. Avvicinatevi”», spiega la Pro Infirmis, «proprio a indicare quella distanza che forse inconsapevolmente poniamo tra noi e tutto ciò che è “diverso”».

Campagna di sensibilizzazione

Campagna di sensibilizzazione lanciata dall’associazione Pro Infirmis

I manichini sono stati modellati a immagine e somiglianza di individui affetti da scoliosi e osteogenesi imperfetta oppure con un arto menomato. I volti e i corpi dei modelli, protagonisti della campagna, sono quelli di Jasmin Rechsteiner, Miss Handicap 2010, Alex Oberholzer, conduttore radiofonico e critico cinematografico, Urs Kolly, atleta paralimpico di atletica leggera, Erwin Aljukic, attore, e di Nadja Schmid, blogger.

Il video ha avuto un tale successo, conquistando milioni di click su YouTube, che alcuni negozi di Zurigo hanno deciso di utilizzare i manichini diversamente abili nelle loro vetrine, attirando così lo sguardo sorpreso della gente.

Recentemente l’idea della Pro Infirmis ha ispirato anche il mondo delle passerelle, nel corso dell’ultima settimana della moda a New York, quando modelle disabili hanno sfilato accanto alle più note top model.

Il Miur costituisce l’Osservatorio per l’inclusione degli studenti disabili
Un nuovo asilo nido ecosostenibile a Guastalla

Tags: , , , , , , , ,

Veronica de Meo

Ho lavorato come editing, creative content writer, e dal 2015 sono ritornata a vivere a Pescara dove lavoro con passione alla “Felicità Pubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...